PORTO SAN GIORGIO – La Polizia di Stato nella notte tra sabato 5 e domenica 6 dicembre ha nuovamente predisposto il dispositivo sperimentale di controllo nei confronti dei conducenti alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, previsto dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza e fortemente voluto dal Questore nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio. Il servizio effettuato in sinergia tra le varie specialità della Polizia di Stato è stato effettuato in zone di massima visibilità tra  Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Mirato alla prevenzione e contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope situazioni, operato dal ‘una fino alle sette del mattino sono stati controllati circa 96 conducenti, 5 di essi sono risultati essere in stato di ebbrezza alcolica e 3 sono risultate anche in stato di alterazione derivante dall’assunzione cannabinoidi.

Ai 5 conducenti risultati positivi al test per guida in stato d’ebbrezza, secondo la normativa vigente sono state subito ritirate le patenti di guida e hanno subito la decurtazione di 10 punti; a seguire, a cura della Prefettura saranno soggetti alla sanzione accessoria della sospensione del titolo abilitativo. Come nei precedenti servizi, i test, per quanto concerne il rilievo dello stato di alterazione derivante dall’assunzione di sostanze stupefacenti, sono stati compiuti utilizzando gli evoluti strumenti precursori e relativi kit diagnostici per il controllo preliminare della presenza di stupefacenti, donati dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 462 volte, 1 oggi)