CUPRA MARITTIMA – Il 17 gennaio 2016 si terrà l’assemblea dei soci della Pro Loco ­di Cupra Marittima, al vaglio il bilancio consultivo 2015 e il bilancio preventivo 2016. Sempre nella stessa giornata verranno ufficializzate le dimissioni anticipate dell’attuale presidente Pino Neroni, in seguito saranno presentate le liste con i nomi dei futuri candidati alla presidenza.

Pino Neroni rilascia un’intervista a Rivieraoggi nella quale spiega i motivi di questa sua decisione, espone inoltre le proprie considerazioni circa il ruolo istituzionale della Pro Loco: “Già lo scorso 28 settembre manifestai la volontà interrompere il mio percorso da presidente per motivi prettamente personali, per quanto riguarda la scelta presa dal consiglio, sono onorato che i membri abbiano deciso di essere solidali con il sottoscritto. L’associazione richiede responsabilità ed io ho sempre svolto il mio compito al massimo, con dedizione e passione, ma visti i miei impegni lavorativi non posso più essere presente come vorrei. A rendere vano qualsiasi tentativo di conciliazione tra impegni personali e impegni della Pro Loco, sono state dimissioni dell’ex assessore Luca Vagnoni, privando così l’associazione, non solo di un collaboratore efficiente e di un supporto organizzativo, ma anche di un vero e proprio punto di contatto tra Pro Loco e comune; se il suo contributo non si fosse interrotto probabilmente avrei potuto far fronte ai miei impegni”.

“Il mio servizio alla Pro Loco non cesserà definitivamente il 17 gennaio – continua Neroni – ma nei mesi successivi darò tutto il mio sostegno al nuovo presidente, in modo tale da continuare lo splendido lavoro fatto finora, che ci ha regalato momenti di piena soddisfazione e numerosi elogi”.

Il Presidente dimissionario conclude l’intervista con una personale valutazione circa la funzione istituzionale della Pro Loco, e cosa bisognerebbe fare agevolarla: “Io mi sono sempre impegnato affinché ogni nostro lavoro portasse il massimo risultato, e l’ho fatto sempre gratuitamente, guidato solo dalla mia grande passione, senza mai limitarmi a delegare, schierandomi sempre in prima fila e prendendomi le responsabilità. Quello che auguro ai miei successori è che sia loro concessa una qualche minima gratificazione, che non significa necessariamente ricevere un compenso; dal momento che se si segue questa strada lo si fa soltanto per passione. La pro Loco però è sinonimo di turismo e il turismo è il settore fondante di Cupra Marittima, qualsiasi contributo da parte delle istituzioni a sostegno di questo tipo di servizio, sarebbe la giusta ricompensa al vantaggio che la Pro Loco reca al paese”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.026 volte, 1 oggi)