SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sfumato per il momento l’arrivo di Raparo. I dirigenti della Folgore si erano accordati con il presidente con una stretta di mano – ci ha detto Simone Perotti domenica scorsa- poi hanno fatto marcia indietro rispetto all’accordo preso. Vorrebbero Tagliaferri ma il ragazzo serve a noi e non rientrava nella trattativa”.

La società rossoblu si è subito riversata sull’ex Filippo Baldinini che sarà già domani a San Benedetto. Per definire un accordo già preso e quindi firmare il contratto, nella speranza che non sorgano inconvenienti visto che è stato definito il tutto con il Forlì. Molto probabilmente verrà presentato o domani stesso o venerdì prossimo.

L’acquisto del forte centrocampista non allontana Raparo anzi potrebbe avvicinarlo visto che il ragazzo vuole venire alla Samb e sarà difficile dissuaderlo.

Nel frattempo il Dg Andrea Fedeli e i suoi collaboratori si stanno muovendo per arrivare a due pedine che riguardano i ruoli di difensore centrale e di attaccante. Mateus Ribeiro Dos Santos, come Marco Raparo, è fermamente intenzionato ad arrivare alla Samb e crediamo che la sua società di appartenenza dovrà accontentarlo. Anche se il presidente Fedeli ha confermato che non accetta ‘ricatti’ da nessuno. I giocatori che arriveranno dovranno essere consapevoli che approdare alla Samb è già un premio o un punto di arrivo. Qui si assapora la vera essenza del calcio e si possono trovare gli stimoli giusti per arricchire la carriera e il pedigree di molti calciatori. Lo ha ripetuto più volte domenica sera, durante un incontro con i tifosi.

Il presidente ha anche aggiunto che per lui una stretta di mano vale più di un contratto anche se nel mondo del calcio non è così. “Nè capisco come giocatori ventenni possano essere stanchi, con la Recanatese ho visto che un paio dei nostri stavano sulle gambe. Non va bene“.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.907 volte, 1 oggi)