SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora lavori in corso in casa Cinque Stelle. I grillini proseguono in silenzio e nella massima discrezione la ricerca del candidato sindaco, in vista delle Amministrative del 2016.

Lo slittamento delle primarie del centrosinistra e l’immobilismo di Forza Italia e soci consentono di allungare i tempi e di rimandare l’annuncio della scelta all’anno nuovo. Un nome dovrebbe però uscire da qui a Natale, con la rosa ormai ristretta a tre profili tutti maschili.

In lizza ci sono Giovanni Marucci, consigliere comunale in carica, il geologo Serafino Angelini e Giorgio Fede. In calo le chance di Laura Ciabattoni e Alessandra Mora.

Nelle prossime riunioni il Movimento dovrà decidere sulla modalità di selezione. Si potrebbe limitare la consultazione al gruppo degli attivisti che si ritrova settimanalmente, oppure seguire l’esempio di Milano dove la votazione è stata aperta a tutti gli iscritti certificati.

Nel capoluogo lombardo si è votato in urne reali e non sul web. Ad imporsi è stata Patrizia Bedori mediante il metodo Condorcet, con ogni candidato che poteva ricevere un punteggio da un minimo di 1 ad un massimo di 8. San Benedetto seguirà la stessa strada?

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 666 volte, 1 oggi)