SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La Samb si fa rimontare il gol di Sabatino a 4 minuti dal termine vedendo il distacco in classifica diminuire a sette punti nei confronti del Fano. Le interviste live dalla sala stampa.

MARCO MARIANI: La Samb ha avuto una grandissima occasione per fa re il due a zero e chiudere la gara, noi siamo stati bravi e fortunati a rimanere lì e poi a colpirli in contropiede col mio gol da fuori. Siamo partiti forte oggi, sapendo di incontrare i primi della classe, poi ovviamente un calo c’è stato nella seconda frazione. Esultanza sotto i tifosi Samb? Non è stata una provocazione, semplicemente i nostri tifosi erano lontani e io troppo stremato.

MECOMONACO: La Samb stava vincendo meritatamente la gara per quanto prodotto nel secondo tempo, ovviamente poi gli episodi hanno deciso la gara, noi siamo stati bravi e anche un po’ fortunati a rimanere in partita e trovare alla fine il pareggio. Ho optato dall’inizio per una formazione coperta perché non potevo venire, con le assenze che ho, a San Benedetto a fare una gara offensiva. In conclusione noi molto bravi ma secondo me la Samb non ha fatto la miglior gara dell’anno anche se rimango convinto che alla fine riusciranno a vincere il campionato.

PALLADINI: Nel primo tempo siamo stati poco aggressivi e determinati anche grazie al loro atteggiamento tattico che lasciava poco spazio alle nostre sortite. Nella ripresa poi ci siamo messi sotto e abbiamo prodotto molto, soprattutto cross dalle fasce. Alla fine la pressione ha pagato e l’abbiamo sbloccata, abbiamo anche avuto la grandissima occasione per chiuderla e poi come spesso accade, se non chiudi la gara vieni punito. Fiducia a Bonvissuto? Finché sarà un giocatore della Samb lo utilizzerò, mi servivano comunque centimetri per sfruttare i traversoni che riuscivamo a mettere. Il pareggio di oggi è un piccolo schiaffo che spero sia utile per mantenere viva l’attenzione per un campionato che non abbiamo assolutamente già vinto.

FRANCO FEDELI: Abbiamo chiuso per Raparo della Folgore sul fronte mercato, trovando una grande collaborazione e disponibilità del loro presidente. Riguardo la partita mi dispiace quando si regala un tempo alla squadra avversaria perché è sintomo di scarsa determinazione, meglio nella ripesa ma ero comunque piuttosto arrabbiato al termine della partita. Stiamo cercando un attaccante d’area di rigore ma per prendere un calciatore c’è bisogno della volontà nostra, del calciatore e della società d’appartenenza. E’ difficile trovare collaborazione da parte delle altre società perché ho l’impressione che suscitiamo invidia negli altri e che ci sia poca propensione a darci una mano.

DIEGO CONSON: Purtroppo abbiamo subito gol nel primo tiro nello specchio da parte loro, almeno nella ripresa, noi abbiamo avuto sull’uno a zero, qualche ottima occasione per chiudere la gara ma non ci siamo riusciti e poi può succedere di venire rimontati in altri casi. Barone sottotono? Può capitare un errore anche a lui, finora ha segnato ogni rigore e sbagliare una volta, anche se ci è costato caro, può essere perdonato.

LUIGI PALUMBO: Non possiamo recriminare con Barone per il rigore sbagliato, dopo tante vittorie che ci ha regalato dagli undici metri quest’anno. Non facciamo di questo pareggio una tragedia, certo una vittoria era meritata ma il calcio è così a volte ti regala il massimo e altre volte no. Speriamo di gioire alla prossima, siamo una grande squadra.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.756 volte, 1 oggi)