MONTEPRANDONE – Sabato 28 novembre, alle ore 21, presso la Chiesa San Nicolò di Monteprandone, si è tenuto l’atteso concerto della Banda Musicale della Guardia di Finanza.

Sono bastate le prime note del Te Deum” – l’inno cristiano di solennità che ha entusiasmato, nelle stesure di partiture, i più grandi protagonisti della storia della musica, tra i quali Mozart e Verdi – per infondere un’atmosfera che ha subito avvolto la folta platea degli ascoltatori, tra i quali numerose e prestigiose Autorità politiche, giudiziarie, militari, civili e religiose.

Un’atmosfera che rimarrà fortemente impressa nella memoria e nella storia del Comune di Monteprandone per le sensazioni e le emozioni suscitate non solo dalla bellezza delle uniformi storiche della Banda Musicale, ma, soprattutto, per quella riconosciuta maestria di esecuzione dei brani musicali, scrupolosamente selezionati per l’occasione, che sotto la direzione del Maestro Vice Direttore, Capitano Gino Bergamini, è riuscita a spaziare dal classico (Preghiera, Norma e Nabucco) al moderno (La vita è bella, Oblivion, Ritratto felliniano e altri) in un percorso guidato, capace di mantenere inalterata – anzi, arricchendola – la solennità dell’evento celebrativo.

Dopo i classici bis invocati a gran voce, non potevano mancare, in chiusura, la Marcia d’ordinanza della Guardia di Finanza, composta dal Maestro Antonio D’Elia e l’Inno nazionale.

Il culmine di un evento perfettamente riuscito e fortemente voluto dal Sindaco di Monteprandone Stefano Stracci, in ciò supportato dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Colonnello Massimo Patrizio Paoluzi che, insieme alle altre Autorità, hanno quindi formulato i più sentiti ringraziamenti alla Banda Musicale per l’impegno e la considerazione dedicati alla Festa del Santo Patrono San Giacomo della Marca e a tutti i presenti per la forte adesione e sentita partecipazione all’evento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)