di Chiara Poli

MONTEPRANDONE – Una situazione di evidente degrado preoccupa i residenti in via Monterone a Monteprandone, una frana risalente a circa due anni fa ormai ha reso impossibile attreversare un tratto di strada dove sono preenti ben tre palazzine.  La poca assistenza per gli abitanti e la continua attesa ha snervato i residenti che temono che la situazione possa anche peggiorare.

Ma partiamo dall’inizio, circa due anni fa una frana dalla collina sovrastante provoca un cedimento della strada, nei mesi successivi il comune provvede con dei lavori giudicati dai residenti “approssimativi” ed il problema anzichè migliorare peggiora. La strada cede di un ulteriore 50%. Il comune decide allora di chiudere il pezzo di strada, piazzando due cartelli per un tratto di circa 60 metri con la scritta ‘strada chiusa’. La strada però viene abitualmente utilizzata da chi risiede nelle tre palazzine per evidenti motivi logistici.

I cittadini cercano svariate volte di avere contatti con il sindaco ed il vice sindaco, per avere notizie sul avanzamento dei lavori. “Sindaco  e vice sindaco non ci hanno saputo dare risposte, ci siamo però accertatati che la frana non sia l’inizio di un cedimento della collina, il sindaco su questo ci ha rassicurato. Il comune ha fatto fare una palazzina in quel modo, in un punto forse non ottimale per l’edilizia? Il problema comincia ad essere una questione  di sicurezza possiamo ritrovarci con un ulteriore cedimento del 20 per cento”.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 383 volte, 1 oggi)