MARTINSICURO – Attende un assegno dall’Eni (un rimborso sulla fornitura di circa 1500) che però tarda ad arrivare. Qualche giorno fa la brutta scoperta: l’assegno è già arrivato ed è stato anche incassato presso una banca marchigiana. Vittima del raggiro una donna di Martinsicuro che si è vista costretta a richiedere l’intervento dei carabinieri. I militari, a seguito di un’indagine, sono riusciti a risalire a due casertani, C.F. di 47 anni e S.V. di 49, denunciandoli a piede libero per ricettazione e sostituzione di persona.

I due campani, nei confronti dei quali è in corso anche un’indagine da parte della procura di Taranto, riuscivano ad intercettare assegni inviati per posta, probabilmente grazie ad una talpa, per poi incassarli con documenti falsi e servendosi di conti fittizi in diversi istituti di credito italiani.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 840 volte, 1 oggi)