SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Decasol dovrà riprendere dal Comune 15 mila euro. Si tratta della differenza tra i soldi investiti dalla società per i lavori di messa a norma e quelli preventivati, circa 100 mila.

Gli Uffici Comunali dovranno decidere come restituire la somma. Probabilmente questa verrà decurtata dagli 8 mila euro che la Decasol versa ogni anno all’ente.

Martedì mattina il sindaco ha incontrato Renato Ciarrocchi per discutere del collaudo della parte del Riviera delle Palme interessato dai lavori. La speranza è riportare il numero di spettatori a quota 15 mila posti entro la fine dell’anno.

In merito alla recente sentenza del Tar, la Decasol sta meditando la possibilità di ricorrere al Consiglio di Stato per richiedere la sospensiva.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.595 volte, 1 oggi)