LIDO TRE ARCHI – Nottata di violenza tra il 22 e il 23 novembre. A seguito di una rissa tra extracomunitari avvenuta nella zona di Lido Tre Archi, alcuni poliziotti si sono diretti presso “L’Antico Forno” dove aveva trovato rifugio L. S., 36enne magrebino, rimasto gravemente ferito in varie parti del corpo.

Le condizioni dell’uomo sono apparse gravi ed è stato richiesto l’intervento dell’ambulanza. Il personale sanitario del 118 ha trasportato il 36enne in ospedale dove tuttora si trova ricoverato.

Le indagini immediatamente avviate dalla Polizia Anticrimine portavano a individuare il responsabile del ferimento. A. H., 26enne magrebino, che ha fatto perdere le sue tracce dopo la rissa. Gli agenti hanno accertato che il ferito era stato colpito (a suo dire) senza motivo con il collo di una bottiglia rotta e un coltello.

Sul posto è intervenuta anche la Polizia Scientifica.  L’autore dell’aggressione è stato denunciato in stato di non rintracciabilità alla Procura di Fermo.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)