SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Capitaneria di Porto sambenedettese ha ricevuto una segnalazione di una situazione di pericolo per l’incolumità delle persone. Alcuni calcinacci sono caduti dal muro paraonde del Molo Nord di San Benedetto del Tronto.

La porzione di muro compresa dal manufatto della società Petrol Fishing fino all’ultima torre faro posta sul secondo braccio del molo nord è interessata dal crollo di mattoni e quindi risulta pericoloso per le persone e i veicoli che possono avvicinarsi. Dal 23 novembre il divieto di transito e sosta per una distanza di due metri dal piede del muro paraonde del porto di San Benedetto è operativo. Lungo i primi 45 metri del primo braccio del molo nord e per una distanza di 2,5 metri dal piede del muro paraonde, è consentita la sosta dei veicoli a braccia utilizzati per il trasporto del pescato.

Il provveditorato interregionale per le OO. MM. provvederà a posizionare l’apposita segnaletica indicante l’area interdetta alla sosta e il transito compresa fra il manufatto della società Petrol Fishing e fino all’ultima torre faro posta sul secondo braccio del molo nord. L’ordinanza 58/2012 del 12 agosto 2012 è stata abrogata.

I trasgressori saranno puniti secondo il Codice della Navigazione.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 375 volte, 1 oggi)