KAOHSIUNG (CINA TAIPEI) – La quarta e la sesta giornata di gare dei Mondiali di pattinaggio corsa – svoltisi dal 13 al 22 novembre – hanno visto ancora protagonista Marco De Flaviis, impegnato nei 100 metri e nei 400 metri su strada, competizioni denominate rispettivamente 100m rails e Lap Circuit Sprint.

Nella 100 metri – vinta dall’italiano Riccardo Passarotto – l’atleta Junior della Rolling Pattinatori “D. Bosica”di Martinsicuro si è classificato quinto con il tempo di 0:00:10, 480, ma ha sperato fino all’ultimo in una posizione più alta, visto che i risultati ufficiali tardavano ad arrivare.

Gara controversa è stata anche la 400 metri, al termine della quale Marco De Flaviis si è piazzato quarto con 0:00:31,426 pur avendo tagliato il traguardo per terzo. I giudici di gara hanno infatti attribuito al giuliese un fallo e lo hanno declassato, assegnando il bronzo all’atleta della Cina Taipei con una decisione discutibile e apparentemente sbilanciata a favore del pattinatore di casa.

L’atleta in forza alla associazione truentina chiude dunque la rassegna iridata di Kaohsiung (Cina Taipei) con: un decimo posto nella 300 metri a cronometro su pista, un quarto posto nella 500 metri sprint su pista, un argento nella staffetta 3000 metri su pista insieme a Duccio Marsili e Daniel Niero, un quinto posto nella 100 metri su strada e un quarto posto nella 400 metri su strada.

L’allenatore Guido Cicconi è soddisfatto dei risultati ottenuti da Marco De Flaviis, il quale tuttavia commenta così sulla sua pagina Facebook l’esperienza appena conclusasi: “Ero venuto con l’intenzione di conquistare un titolo, ma dove non ci sono state le gambe (300 metri a cronometro) non c’è stata la fortuna (500 metri sprint, staffetta e 100 metri). Quando la gamba c’era con un po’ di fortuna nell’ennesima finale (400 metri) qualcuno ti leva il titolo di mano. Ci metto una pietra sopra con l’intenzione di sfondare il prossimo anno” – scrive l’azzurro e ringrazia quanti lo hanno sostenuto nel corso della lunga stagione agonistica.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)