MARTINSICURO – Costretta dal compagno a prostituirsi lungo la bonifica del Tronto. La donna, dopo mesi di soprusi, ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri della locale stazione. La giovane albanese veniva costretta a scendere in strada e a consegnare al suo aguzzino tutto il guadagno. Quando le cifre erano al di sotto delle sue aspettive, erano botte. Spesso l’uomo non le permetteva neanche di rientrare in casa.

E’ stato così denunciato A.M, 35enne albanese, nullafacente, che aveva pensato di sfruttare la sua compagna per vivere senza dover lavorare. Ora dovrà rispondere di sfruttamento della prostituzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 944 volte, 1 oggi)