SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella mattinata di domenica 15 Novembre una delegazione giovanile dei Club di Forza Italia ha dato vita ad un retake cittadino, per contrastare lo stato di degrado presente nelle principali vie di San Benedetto del Tronto.

“Muniti di pettorine, raschietti, guanti e tanta buona volontà, facendo nostro l’articolo 118 della Costituzione, che incarna il principio di sussidiarietà, abbiamo provveduto alla rimozione di decine di locandine abusive, adesivi collosi e manifesti pubblicitari, attaccati con lo scotch sui pali della luce, sugli alberi, piuttosto che sulle centraline elettriche o su altri spazi pubblici” ha dichiarato Stefano Muzi, Responsabile provinciale dei Club di Forza Italia.

“Prima a Porto D’Ascoli centro, poi nella zona portuale, ed infine lungo il Corso Moretti e nelle principali direttrici pedonali centrali, ci siamo cimentati in questo libero esercizio di civiltà, che pone al centro il rapporto fra il cittadino e la civitas, tentando di ripristinare un decoro ambientale, deturpato dalle innumerevoli stratificazioni di depliants ed annunci, sgradevoli anche dal punto di vista visivo, oltre che da quello igienico. Tra la curiosità e l’apprezzamento dei passanti domenicali, abbiamo riempito quattro sacchi di spazzatura, ma nonostante questo, vi è ancora molto da fare e ci ripromettiamo di replicare l’iniziativa, mirante ad interessare tutti i sedici quartieri della città. Una località balneare come la nostra, la quale vuole investire sulla vocazione turistico-ricettiva, deve necessariamente dedicare maggiore attenzione alla tutela delle propria pulizia” ha affermato Muzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 487 volte, 1 oggi)