SAN BENEDETTO DEL TRONTO- La Samb batte 2 a 0 la Folgore in casa sfoderando la migliore prestazione interna della stagione. Di seguito e live le interviste ai protagonisti del match.

Franco Fedeli: Oggi non solo abbiamo vinto ma anche convinto, sono soddisfatto come mai lo ero stato in casa questa stagione, Sabatino sicuramente mi è parso il migliore dei suoi in questa partita. Contentissimo anche per il gol di Sorrentino, che non si scopre certo oggi, ma comunque, in ogni caso credo che a dicembre arriverà qualcuno lì davanti anche se di nomi, per non disturbare le altre squadre, al momento non ne faccio. Una piccola pecca è stata l’aver rischiato di subire il gol dopo un dominio pressoché assoluto nella prima frazione.

Ottavio Palladini: Sono molto soddisfatto della gara di oggi perché arriva contro una squadra in salute la cui classifica lo testimonia. Soddisfatto anche della fase difensiva, visto che la fase offensiva era consolidata poiché questa squadra ha sempre segnato. Bravi a non disunirci dopo il pericolo corso sul palo colto da Raparo. Il modulo scelto oggi era in funzione del  loro atteggiamento tattico, speculare al nostro, con le due punte davanti ho cercato di scardinare la loro difesa. Ottima crescita in fase di palleggio secondo me in questa partita, era un aspetto a cui tenevo molto.

Luigi Zaini: Sapevamo di venire qui a soffrire perché fronteggiavamo una squadra di categoria superiore sotto ogni punto di vista. Abbiamo cercato di tenere per la prima mezz’ora ballando anche un bel po’ dietro. Poi siamo riusciti a venire fuori col palo colpito da Raparo. Nel secondo tempo stavamo continuando a tenere poi su una distrazione è arrivato il loro gol e da lì la squadra si è disunita e abbiamo perso il match. Sono comunque soddisfatto della gara dei miei contro una formazione a cui auguro di salire di categoria, perché già ora mostra qualità superiori. Il nostro obiettivo è una salvezza tranquilla che cercheremo di ottenere il prima possibile nel corso di questa stagione sapendo bene che questo è uno dei gironi più difficili d’Italia nella categoria.

Marco Raparo: Eravamo coscienti che per fare risultato oggi dovevamo andare al doppio della velocità rispetto alla Samb. Siamo una neopromossa e per vincere non sempre basta la prestazione, serve un episodio che indirizzi la gara in ogni caso. Posso parlare a nome della squadra dicendo che dopo la gara odierna siamo soddisfatti anche perché questo è un gruppo giovane che ha dato tutto e non ha nulla di cui rimproverarsi.

Lorenzo Sorrentino: Non sono un tipo a cui piace stare fermo in mezzo al campo, cerco sempre di dare una mano in più zone del campo possibili. Oggi ho giocato titolare ma non mi sento tale, ho la fortuna di allenarmi con due punte più esperte di me come Prandelli e Bonvissuto a cui cerco di rubare con gli occhi qualche segreto. Non ho mai segnato parecchio finora in carriera, in questa stagione sono a quota due dopo la rete odierna e spero che da ora possa cambiare il trend.

Alessandro Sabatino: Un successo importante questo sia per le modalità con cui è avvenuto sia per l’allungo sulle avversarie. Non è una fuga ma è sicuramente un passo avanti però non dobbiamo dimenticare che la strada è lunga. Ci siamo nettamente registrati in difesa, anche se non va dimenticato che i tanti gol presi nelle prime giornate non erano colpa della difesa in sé ma dell’atteggiamento generale della squadra.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.892 volte, 1 oggi)