GROTTAMMARE – La Perla dell’Adriatico è un comune “American Friendly”. Il riconoscimento ufficiale è stato conferito al sindaco di Grottammare Enrico Piergallini lo scorfso 6 novembre a Roma.

L’amministrazione comunale da tempo ha scelto di comunicare in doppia lingua – italiano e inglese – informazioni e servizi al turismo è stata provvidenziale per l’ottenimento della certificazione “American Friendly”. Depliant e cataloghi su eventi e strutture, il portale web visitgrottammare.it e i 14 pannelli informativi stradali dedicati ai principali edifici e monumenti cittadini sono risultati mezzi utili per disegnare nuovi scenari di collaborazione con il turismo nordamericano.

La certificazione “American Friendly”, infatti, è finalizzata alla promozione turistica dei Comuni e alla promozione commerciale delle aziende, ed  è conferita per quanto riguarda i primi  dalla “Fondazione Italia-USA” ai Comuni associati al Club dei “I borghi più belli d’Italia”, di cui Grottammare è membro dal 2007.

“Questa certificazione – spiegano gli organizzatori – rappresenta una garanzia per il turista americano, che saprà di poter trascorrere le sue vacanze in un territorio per lui accogliente , con strutture adeguate ai suoi bisogni e personale felice di essere amico degli USA, e con aziende locali che rappresentano il made in Italy di qualità. Rappresenta inoltre una garanzia per i cittadini che avranno la certezza che i loro amministratori e i loro imprenditori lavorano per la promozione del turismo internazionale e per l’amicizia con il popolo degli Stati Uniti d’America”.

Il riconoscimento è gratuito, ha carattere annuale e viene attribuito dalla Fondazione  Italia-USA sulla base di una serie di rigorosi criteri. L’attestato è stato conseguito da 100 comuni in tutta Italia, su un totale di 250 località aderenti al Club dei Borghi.

Il conferimento è avvenuti a Roma, nell’Aula dei gruppi parlamentari, alla presenza dell’onorevole Catia Polidori, direttore esecutivo Fondazione Italia-Usa (già viceministro per lo Sviluppo economico), Fiorello Primi presidente dell’associazione “I borghi più belli d’Italia”, Rocco Corsetti presidente del Consorzio delle Eccellenze d’Italia – Ecce Italia, l’ambasciatore Antonio Morabito e l’attrice Clarissa Burt (con il sindaco Piergallini, nella foto), presidente di Confimprese World e membro della Fondazione Italia-USA.

“La scelta che l’amministrazione ha compiuto alcuni anni fa di certificare il nostro vecchio incasato come uno dei ‘ Borghi più belli d’Italia’ si sta rivelando sempre più strategica – fa notare il sindaco Enrico Piergallini –  Il Club dei Borghi, ormai, è una realtà internazionale in contatto con Paesi come gli Stati Uniti e la Russia che hanno voglia di Italia e potrebbero comportare per l’economia di paesi medio piccoli come il nostro vere e proprie rivoluzioni nei flussi turistici”.

“D’altra parte – prosegue ancora il primo cittadino – l’Italia dei borghi è l’Italia più autentica, quella dei Comuni e dei mille campanili che ancora fondano la nostra identità culturale”.

Nel corso della cerimonia il presidente dei Borghi, Fiorello Primi, oltre a presentare il primo numero della nuova rivista patinata edita dall’associazione, ha comunicato che nel corso dell’EXPO – dove Grottammare è stato presente nel corso del mese di giugno – lo stand del Club ha distribuito un milione di brochure e che i Borghi più belli d’Italia saranno presenti alla grande manifestazione enogastronomica di New York nel 2016.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)