SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Poru non andranno in giunta. A deciderlo è stata l’amministrazione comunale lunedì sera, durante la tradizionale riunione tra sindaco e assessori.

L”ufficio tecnico scriverà alle imprese, invitandole a presentare i progetti sulle aree interessate. Quelli che ottempereranno alle prescrizioni del Comune verranno poi illustrati alla città e, successivamente, portati al vaglio del civico consesso, dove dovrà superare due passaggi.

Il nuovo iter accontenta i Socialisti, che avevano chiesto a gran voce che i Poru non approdassero in giunta. “E’ un passaggio inutile – dichiarava il segretario Umberto Pasquali – non si deleghino gli uffici a dire se c’è un interesse pubblico o meno, la risposta sia della politica e del Consiglio Comunale”.

Sull’argomento, l’assessore all’Urbanistica Paolo Canducci precisa: “Il sindaco ed io abbiamo spiegato che la delibera di giunta non è necessaria. In materia urbanistica la competenza è del Consiglio. La delibera di giunta era stata indicata solo per avere a disposizione più atti e una maggiore trasparenza, ma non era approvativa. In questo mese il passaggio in giunta è stato caricato di significati che non aveva”.

Quando la prima votazione in assise? “Non lo sappiamo – prosegue Canducci – prima dobbiamo vedere quanti progetti arriveranno. Le imprese avranno trenta giorni di tempo, a quel punto comincerà la discussione e si calendarizzeranno i lavori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 530 volte, 1 oggi)