SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Le primarie? Servono semmai a Fratelli d’Italia per decidere chi è il loro candidato sindaco”. Carmine Chiodi alimenta lo scontro nel centrodestra, scagliandosi contro il portavoce regionale Carlo Ciccioli.

“Le consultazioni sono un falso problema, lo ripetiamo da tempo”, ribadisce il coordinatore di Ncd. “Il partito della Meloni ha i famosi due galli nel pollaio e non sa come uscirne fuori, si illudono di farlo perorando le primarie o indicando la terza via ma sempre con un loro iscritto. Allora la candidatura di De Vecchis non era cosi forte come volevano far credere?”.

Prosegue Chiodi: “Da quanto affermato da Ciccioli si evince che per una giusta scelta del candidato, sia Piunti che De Vecchis dovrebbero fare un passo indietro perché non sono gli accordi a tavolino, tra i cosiddetti notabili, a far superare i risentimenti. Non ci sono notabili ma coordinatori di partiti politici che, come già fatto da Ciccioli cinque anni fa, cercano di definire le modalità per arrivare ad individuare un candidato sindaco, possibilmente vincente, ma tutto si blocca perché qualcuno non riesce a superare i risentimenti. Noi di Ncd con coerenza portiamo avanti le nostre idee e ribadiamo che il centrodestra sambenedettese ha l’uomo giusto per le amministrative ed è Pasqualino Piunti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)