ANCONA – È stato esaminato ieri presso il Tribunale Amministrativo Regionale di Ancona (Tar) il ricorso del dottor Umberto Pignatelli e del dottor Roberto Rosetti contrari alla graduatoria scaturita dal Concorso per Primario di Otorinolaringoiatria dell’Area Vasta 5 che ha designato vincitore il dottor Andrea Ciabattoni.

Erano presenti due avvocati di Pescara (incaricati dal dr Pignatelli e dr Rosetti), il legale di Ancona ( incaricato dal dr Ciabattoni) ed il legale dell’Asur. C’è stato un nulla di fatto che probabilmente non accontenta totalmente nessuna delle parti in causa anche se i ricorrenti (il medico bresciano e il sambenedettese Rosetti), possono al momento ritenersi i meno insoddisfatti.

Non è stata, infatti, concessa la sospensiva ma nemmeno la ‘non sospensiva’ (forse il termine non è quello giusto ma rende l’idea). In pratica il ricorso non è stato rigettato ma è stata presa una decisione abbastanza rara. Quella di prendersi altri giorni di tempo (fino al 19 febbraio 2016) che la Commissione ha ritenuto necessari per entrare nella trattazione del merito e la definizione del giudizio.

Un processo accelerato rispetto ad un rinvio della sentenza di almeno sei mesi ((quindi 5 maggio 2016) come da prassi se i commissari avessero concesso la sospensiva e quindi sospeso l’incarico al dr Ciabattoni.

È la nostra interpretazione che le parti, se vogliono, possono chiarire meglio. Magari esternando in percentuale il loro grado di soddisfazione. Noi siamo a disposizione. (info@rivieraoggi.it).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.104 volte, 1 oggi)