SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lo scorso 3 novembre l’associazione Cittadinanzattiva ha partecipato alla Conferenza dei Sindaci che si è tenuta alla Palazzina Azzurra di San Benedetto sul tema della sanità locale: “In vista degli ulteriori annunciati tagli finanziari ed alla obbligata previsione del pareggio di bilancio in capo alla regione, siamo qui a  chiedere al vertice regionale che si ponga la necessaria attenzione su una equa e qualitativa distribuzione dei servizi in Asur5”.

Riguardo l’Ospedale Unico, Cittadinanzattiva scrive: “Sembrerebbe non sia più un problema economico e a quel punto occorre dire: sbrigatevi, e soprattutto nel frattempo non devono essere lesinati investimenti in attesa di un ospedale che forse arriverà fra un decennio o forse mai”.

“Sui temi principali esposti in conferenza come, liste di attesa, terapia del dolore, parto indolore e reti cliniche, quest’ultime, nello stato dell’arte già approvate in Asur Marche nella primavera scorsa quindi in via di attuazione, riteniamo opportuno focalizzare l’attenzione sulla qualità che viene e verrà erogata. Valuteremo l’evidenza dei risultati che cadono e cadranno in capo ai cittadini utenti/pazienti, scevri da qualsiasi condizionamento. La distinzione fatta tra futuri indirizzi politici, purtroppo in virtù delle ridotte casse finanziarie e,  capacità gestionale organizzativa dell’esistente, non deve in nessun modo incidere sulla equa distribuzione dei servizi territoriali in Asur5, indubbiamente senza sprechi delle risorse ed attraverso una oculata scelta dei ruoli del personale da assegnare per gli obiettivi fissati” si legge nella nota.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 248 volte, 1 oggi)