Anche Cupra si è raccolta nella celebrazione 4 Novembre. In mattinata, i membri dell’Amministrazione Comunale, l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, le principali Associazioni civili e militari, tra le quali: l’Avis, la Società operaia del Mutuo Soccorso, la Protezione Civile, la Lega Navale, la Croce Verde, i reduci, i carabinieri, i Vigili Urbani e La Capitanerie di Porto, insieme ai ragazzi delle scuole cuprensi, si sono riunite in un corteo presso Piazza della Libertà. Quest’ultimo, attraversando le principali vie del centro cittadino, ha raggiunto i monumenti dedicati ai caduti della prima guerra mondiale. E’ stato reso omaggio alla memoria con la deposizione di corone d’alloro, ognuna accompagnata da interventi da parte delle autorità intervenute. Il Sindaco Domenico D’Annibali si è soffermato sull’importanza dei valori civici che si ricavano dall’esperienza della prima guerra mondiale, il professore Luciano Bruni, attraverso un breve excursus storico dei principali avvenimenti riguardanti la grande guerra, ha citato alcuni episodi che hanno visto protagonista il nostro territorio.

Successivamente il parroco ha invitato tutti i presenti a pregare per i caduti.
Al termine delle celebrazioni, il corteo si è diretto presso i locali della stazione ferroviaria, dove per l’occasione è stata istituita, a cura delle sezione locale dell’Archeoclub, una mostra fotografica basata sulle testimonianze inedite del medico cuprense Raoul Taffetani e i documenti epistolari di Zeffirino Portesi. La mostra  rimarrà aperta fino al periodo natalizio, nei giorni di Sabato e Domenica dalle ore 10 alle ore 12.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 349 volte, 1 oggi)