GROTTAMMARE – “Facciamoli lavorare”. Il Movimento Cinque Stelle di Grottammare chiede al sindaco Piergallini di impiegare gli immigrati ospitati nel Comune, beneficiari del progetto “Sprar Together”, di impiegare gli stranieri in lavori socialmente utili. Anche se il tono adoperato dal consigliere comunale Andrea Crimella in alcuni passaggi sembra un po’ stridente.

“Da verifiche del M5S di Grottammare sono presenti, al 30 settembre, 22 maschi e 5 femmine beneficiari del progetto – scrive Crimella – Considerato che gli stessi sembrano senza occupazione di sorta e lasciati nel completo abbandono da parte dell’Amministrazione Comunale, onde evitare che annoiandosi si dedichino ad attività poco lecite come riportano le cronache, chiediamo
che i suddetti ospiti siano impegnati ad eseguire lavori socialmente utili (sfalcio dell’erba dei nostri parchi, rifacimento segnaletica stradale orizzontale, tinteggiatura di edifici di pubblica utilità) e altre attività utili alla comunità. Così da poter ripagare seppur in minima parte lo stato italiano e i cittadini contribuenti dei Comuni ospitanti delle spese per il loro soggiorno”.

“Consideriamo tali persone come potenziali risorse per le Comunità di cui sopra, persone che – se coinvolte nell’attività sociale cittadina – potrebbero apportare benefici, risparmi nelle ordinarie attività di manutenzione e non solo…potrebbero apprendere nuove capacità e contribuire allo sviluppo futuro della nostra società, evitando invece che – noia e malcontento – degenerino in atti tutt’altro che proficui. Consigliamo all’amministrazione così illuminata, partecipativa e solidale, di stilare un preciso programma in merito, da presentare ai cittadini per mezzo delle assemblee pubbliche altresì vuote di contenuti, di sostanza e partecipanti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.084 volte, 1 oggi)