GROTTAMMARE – Come ogni anno Grottammare ricorda i caduti di tutte le guerre, in occasione della Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate che ricorre mercoledì 4 novembre.

Tra i contributi all’intenso programma della mattinata, organizzato dalla presidenza del consiglio comunale, anche l’intervento degli scolari dell’ISC Leopardi e la partecipazione della corale Sisto V. La celebrazione ha inizio alle ore 9, con il raduno di associazioni, autorità civili e militari e deposizione  della corona di alloro presso il Monumento all’Unità d’Italia  nella Pineta; seguirà la celebrazione nella chiesa  San Pio V (ore 9.30) della santa messa in onore dei caduti.

Al termine (ore 10.30 circa), l’iniziativa  si sposterà nel piazzale della scuola Speranza, per la deposizione di una corona di alloro  presso il Monumento dei caduti, con l’intermezzo canoro offerto dalla Corale Sisto V. Interventi e riflessioni sulla pace a cura degli alunni dell’ISC Leopardi precederanno i saluti delle autorità (ore 11).

“L’amministrazione comunale di Grottammare – dichiara la presidente del consiglio comunale Alessandra Biocca – come ogni anno, in occasione della commemorazione del  IV novembre “Giorno dell’Unità d’Italia e Giornata delle Forze Armate – Centenario della Grande Guerra”, presta molta attenzione alla storia cittadina inserita nella più ampia storia nazionale: attenzione che si propone di coinvolgere tutta la comunità nella riflessione su questo avvenimento che ha profondamente modificato la storia dell’Europa e del mondo. E’ importante partire dai nostri giovani che studiano la storia di ieri e che saranno i protagonisti della storia di domani e vivere con loro il vero significato di questa commemorazione, per poter crescere con la convinzione che la pace, il dialogo, il confronto e l’onestà siano sempre l’unica strada da percorrere”.

In caso di maltempo, dopo la celebrazione della Santa Messa, la manifestazione proseguirà presso la Sala consiliare del Comune.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 362 volte, 1 oggi)