GROTTAMMARE – Torna la ricorrenza dei defunti e tanti saranno i cittadini che andranno ad acquistare fiori da depositare sulla tomba dei propri cari scomparsi. Tra i fiori per eccellenza scelti per celebrare il 2 novembre ovviamente il crisantemo. A riguardo la Cia-Confederazione italiana agricoltori di Ascoli ricorda, ai consumatori, che il prezzo di questa tipologia di fiore ha subito un lieve incremento rispetto allo scorso anno.

Dunque, non bisogna cadere nella trappola di coloro che aumenteranno fortemente il costo di questo fiore, approfittando della ricorrenza dei defunti, per fare affari speculando sui prezzi dei crisantemi. In particolare secondo i dati diffusi dalla Borsa Merci di Ascoli Piceno, i prezzi dei crisantemi sono lievemente aumentati rispetto al precedente anno: i crisantemi da vaso 16/18 cm passano da un minimo di 3 euro ad un massimo di 3,5 mentre lo scorso anno oscillavano da un minimo di 2 euro ed un massimo di 2,5 euro.

Per quelli da 22 cm, invece, i prezzi passano da un un minimo di 4 euro ad un massimo di 4,5 euro, in lieve aumento rispetto lo scorso anno quando oscillavano invece da un minimo di 3 euro e un massimo di 4 euro. Quelli da stelo partono da un minimo di 0,8 centesimi ad un massimo di 1,10 euro pressoché stabili rispetto lo scorso anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)