SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dall’Adriatico al Baltico. Nell’ambito del progetto Gac Marche Sud, una delegazione di buyers del settore ittico è stato in visita a San Benedetto del Tronto nelle giornate del 27 e 28 ottobre, su iniziativa della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, presieduta da Gino Sabatini e dell’azienda speciale della Camera di Commercio, Piceno Promozione, presieduta da Rolando Rosetti.

I delegati, provenienti da Svezia, Russia e Danimarca, hanno fatto un tour al porto sambenedettese ed hanno visitato la Mitilpesca, per poi dedicarsi nel pomeriggio del 27 ottobre alla visita della città.  Il giorno dopo le attenzioni si sono concentrate sul Centro Agroalimentare e su tre aziende di lavorazione, la Blue Shark, la Euromar e la M&G.

L’obiettivo dell’incoming è stato quello di avvicinare la produzione ittica di filiera sambenedettese alle opportunità offerte dai mercati esteri, offrendo degli spunti di riflessione relativi alle differenze tra il mercato italiano e quello dei Paesi rappresentati nel tour. Unanime il giudizio positivo sulle bellezze della città e sull’organizzazione produttiva delle nostre aziende  da parte dei buyer che hanno partecipato all’incoming.

“Il consumatore danese medio – ha infatti dichiarato Fabio Fontana Bang, buyer italo-danese della Royal Fish Denmark – predilige la rapidità, quindi i prodotti già preparati e pronti per essere cucinati rispetto al pesce fresco; tuttavia la qualità che ho visto qui fa ben sperare per l’apertura dei mercati ad una produzione tanto significativa”.

Hanno partecipato al tour anche Alena Yuchenkova, responsabile import-export della “Maree” di Mosca e Maria Carlsson della “Eko”, azienda svedese con sede a Johanneshov.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 652 volte, 1 oggi)