SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riguardo la recente discussione sull’aumento delle tariffe di biglietti e abbonamenti al servizio di trasporto pubblico, riportiamo e pubblichiamo un comunicato dell’assessore ai trasporti Luca Spadoni:

“Sulle accuse che la consigliera Ruggieri rivolge all’amministrazione comunale di San Benedetto circa l’aumento delle tariffe di biglietti ed abbonamenti al servizio di trasporto pubblico locale, viene innanzitutto da chiedersi se siano le stesse che vengono rivolte al sindaco di Ascoli, collega di partito della Ruggieri, che ha compiuto la medesima scelta.

La realtà è che la Start, che gestisce il servizio, versa in condizioni economiche delicate sia per i tagli ai trasferimenti regionali avvenuti in passato ma anche per le scelte, a dir poco discutibili, compiute in passato dal precedente management di marca Castelli-Celani, ora sostituito, ed ha concordato con i Comuni soci, Ascoli e San Benedetto, di poter usufruire della facoltà concessa dalla Regione di adeguare le tariffe.

Non è una consolazione sapere che, ad esempio, a Roma e a Milano il biglietto costa 1,50 euro e da noi costa ora 1,25, ma deve essere spiegato alla pubblica opinione che certe scelte non si fanno a cuor leggero, ma a seguito di attenta valutazione degli equilibri finanziari.

Le dichiarazioni demagogiche di chi non ha l’onere di fare scelte difficili e a volte impopolari sanno tanto di campagna elettorale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 492 volte, 1 oggi)