ISERNIA- Di seguito i voti dell’11 guidato da Palladini in questo importante colpo esterno in terra molisana.

Pegorin 7: Sostituiva oggi il malconcio Cosimi affetto da borsite, un po’ incerto in qualche uscita durante entrambe le frazioni ma gli va dato il grande merito di due parate decisive nella ripresa prima su un gran sinistro di Manzo poi sul tiro ravvicinato di Cantoro nel finale. Provvidenziale.

Tagliaferri 6: Nel primo tempo quasi rischia il rigore quando Panico lo supera sulla sua fascia e il giovane numero 2 lo trattiene pericolosamente. Nella ripresa poi, nonostante non spinga molto, amministra sulla fascia non subendo troppo e chiudendo provvidenzialmente in occasione di una punizione battuta veloce da Panico.

Montesi 6: Primo tempo di personalità con qualche buona discesa sulla fascia come quella che regala un traversone basso perfetto per Bonvissuto che si fa però anticipare dai difensori biancoazzurri. Soffre un po’ di più nella ripresa.

Barone 6,5 :Solita gara di personalità e ordine lì in mezzo al campo. Anche se non inventa passaggi geniali si conferma una sentenza dal dischetto dove sembra quasi infallibile. Certezza.

Salvatori 6 Pronti e via schiaccia di testa a botta sicura da un metro sugli sviluppi di un angolo di Barone e solo un miracolo di Maggi gli impedisce di mettere a segno il quarto sigillo stagionale. Nella ripresa qualche sbavatura nei disimpegni e un grosso rischio quando in area tira per la maglia Pepe. Il rigore ci poteva stare eccome.

Conson 6,5 Tra lui e Salvatori stavolta la spunta il centrale barbuto, apparso più sicuro e tempista negli anticipi e nei disimpegni. Mostra sempre una difficoltà cronica quando viene preso in velocità ma compensa bene con un fisico imponente.

Titone 6,5: Solita gara a tutto campo di quello che ormai è da considerarsi il faro dei rossoblu, si procura il rigore e il rosso a Ruggieri che indirizzano irrevocabilmente la gara e già questo è tanto, di contorno ci mette poi una grandissima corsa anche in ripiegamento e qualche buono spunto sulla destra nella ripresa, quando si prende anche l’incarico di trasformare di prepotenza e sotto al sette il secondo rigore di giornata. ’76 Pezzotti 6: Non partiva titolare il capitano e già questa era una notizia, entra per l’ultimo quarto d’ora quando mostra una buona vitalità quando prova a innescare qualche ripartenza in un contesto di sofferenza della squadra. Poteva essere più utile se fosse entrato prima.

Sabatino 5,5 Non una grande gara di quello che oggi indossava la fascia da capitano in assenza di Marco Pezzotti, troppi errori lì in mezzo alcuni dei quali portano a perdere qualche palla sanguinosa, unico alibi le davvero pessime condizioni di tenuta del campo di cui lo stesso Sabatino si lamenta a fine gara.

Bonvissuto 5: Nettamente il peggiore dei suoi oggi, nel primo tempo perde due buone occasioni prima non intuendo un ottimo filtrante di Titone poi facendosi anticipare su un ottimo traversone basso pescato da Montesi. Troppo lento e involuto per tutta la durata della gara. Prende il suo posto Prandelli al ’69 ma anche lui si vede pochissimo.

Palumbo 6: Una gara senza infamie e senza lodi quella del numero 10 rossoblu oggi, spinge sulla sinistra senza dare mai la percezione di poter essere decisivo con i suoi dribbling. Merita però la sufficienza per l’ottimo taglio con cui si infila nella difesa avversaria a inizio ripresa guadagnandosi il rigore che chiude l’incontro.’81 Casavecchia s.v.

Trofo 6: Non si nota molto oggi il piccolo folletto agli ordini di Palladini, la sensazione è che la sua corsa e grinta se non supportate da una costante lucidità possono a volte risultare un po’ fini a sè stesse. Gli va comunque dato merito di una enorme attitudine al sacrificio. Gattuso in erba.

Palladini 6:Non è ancora la sua Samb e si vede ma la squadra oggi non prende gol e date le ultime uscite si può immaginare di chi sia lo zampino. Si mette a cinque in difesa quando la sofferenza si fa troppa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.028 volte, 1 oggi)