ISERNIA- Samb vincente di rigore contro i molisani dell’Isernia ma non senza soffrire nonostante la superiorità numerica conservata per tutta la gara dopo l’espulsione di Ruggieri intorno alla mezz’ora. Di seguito le impressioni degli uomini protagonisti oggi al “Lancillotta” di Isernia.

Diego Conson: Abbiamo fatto una buona gara su un campo difficile che è rimasto inviolato per otto gare consecutive tra questa e la scorsa stagione. La vittoria è sicuramente un segnale positivo come lo è l’aver terminato senza subire gol. Difficile dire chi sia meglio tra Palladini e Beoni ma sicuramente il nuovo allenatore ha qualche dote in più di motivatore.

Mario Titone: Anche se abbiamo avuto poche occasioni oggi comunque tutti assieme abbiamo costruito le azioni dei rigori e questo già è degno di nota. Si è vista questa domenica anche quell’unità di squadra che il nuovo mister ha cercato di inculcarci sin dall’inizio.

Nicola Panico: Dura da digerire una sconfitta durante una partita in cui la Sambenedettese non ha neanche fatto un tiro in porta. Posso dire che abbiamo fatto bene e questo è testimoniato dal fatto che loro in superiorità numerica hanno dovuto mettere dentro un quinto difensore, con una difesa a cinque poi è stato difficile riaprire la gara.

Alessandro Sabatino: Difficile dire oggi se questa vittoria rispecchia le indicazioni di Ottavio Palladini perché il mister è con noi da meno di una settimana e le indicazioni che è riuscito a dare sono davvero limitate quindi il giudizio è da rimandare. Prendiamo per buono il risultato ovviamente ma potevamo fare meglio anche se dato il campo in orribili condizioni un grande fraseggio era impensabile.

Franco Fedeli: Sono anche oggi convinto che a questa squadra manca ancora qualcosa. Speriamo di conservare fino a dicembre la prima posizione per permettere di inserire nel mercato gli elementi necessari anche perché non me la sento di affrontare un altro campionato di serie D. Domani arriva Stefano Pino,  terzino under classe ’96 proveniente dal Melfi.

Ottavio Palladini: Di oggi tengo per buono solo il risultato e non la prestazione, lo stesso presidente nonostante la soddisfazione per la vittoria ha mostrato a ragione una certa perplessità per la troppa sofferenza con cui abbiamo affrontato il secondo tempo nonostante l’uomo in più. E’ una vittoria che comunque è utile per il morale e per le motivazioni a continuare a lavorare per migliorare alcuni aspetti in cui la squadra è ancora latente, la personalità soprattutto.

Pierluigi De Bellis: Mi rimane ancora difficile spiegare cosa è andato male tra miei uomini oggi anche perché ho visto una buona squadra fare una gara di cuore mettendo in difficoltà la Samb anche in 10 e poi 9 uomini. Partita certamente condizionata dal fattore esterno arbitrale visto che c’era un fallo in area sugli sviluppi di un corner commesso da Salvatori su Pepe. Dispiace poi anche per i due rossi che condizionano le scelte anche in vista della prossima gara esterna a Jesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.791 volte, 1 oggi)