SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà la direzione regionale del Partito Democratico – e nessun altro – a deliberare un regolamento unico per lo svolgimento delle primarie nei vari comuni chiamati alle urne nella primavera del 2016.

L’annuncio arriva direttamente da Ancona e azzera le polemiche che avevano avvolto la segreteria sambenedettese del Pd in merito al numero di firme da raccogliere per potersi presentare alle consultazioni del centrosinistra.

A tal proposito verrà istituito un tavolo di lavoro ad hoc, costituito dal vicesegretario regionale (nonché responsabile degli enti locali e primo cittadino di Offida) Valerio Lucciarini e dai cinque segretari provinciali. L’auspicio della direzione, che si rifarà alle indicazioni del partito nazionale, è comunque quello di giungere all’individuazione di un candidato unico, da mettere a disposizione dell’intera coalizione.

“In un momento così strategicamente importante – afferma Lucciarini – il Partito Democratico delle Marche intende sostenere e determinare un’azione politica all’altezza delle sfide a carattere locale”.

Al tavolo parteciperà anche Antimo Di Francesco, segretario provinciale di Ascoli Piceno e probabile candidato a San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 810 volte, 1 oggi)