SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dalla Sala stampa Sabatino d’Angelo le impressioni dei protagonisti di questa gara, la peggiore disputata in stagione dai rossoblu che ha portato una sonante sconfitta per 4 a 1 al Riviera delle Palme.

Bozzi (Medico sociale della Sambenedettese): il medico aggiorna sulle condizioni dell’uomo che ha accusato un malore nell’intervallo della gara, per il dottore “si è trattato di un attacco di epilessia, un po’ concitate le fasi del soccorso, viste le tante persone accanto al malcapitato e il tempo occorso al personale sanitario, che era in campo, a salire sugli spalti per prestare soccorso al tifoso”.

Aldo Clementi: “Una di quelle domeniche in cui tutto ti riesce. Siamo una squadra con tante individualità, questo è chiaro, ma abbiamo anche dimostrato di saper giocare di squadra. Dopo la dolorosa sconfitta casalinga contro il San Nicolò ci siamo risollevati ed abbiamo espresso le qualità migliori di un gruppo costruito per giocare bene al calcio. Ho deciso di adottare per la prima volta il 4-3-3 viste le buone condizioni dei miei due esterni di ruolo Giovannini e Esposito e la possibilità di sfruttare bene le ripartenze. Non siamo solo Esposito, lui fa la differenza ma la bravura sta anche nel riuscire ad innescarlo nella maniera migliore.”

Franco Fedeli: “Prestazione incolore in tutto e per tutto oggi, non riesco ad individuare un solo elemento da salvare oggi, fosse per me ora cambierei tutti dopo la gara di oggi. Speriamo di arrivare a dicembre senza le ossa tropo rotte in vista di qualche correttivo da apportareHo detto ai calciatori che chi non è in condizione di giocare deve avere il coraggio di andare a dirlo al mister senza egoismi e senza voler giocare per forza. Il mister ci ha messo del suo, è sempre così io gli posso dare un pullman buono ma se finisce fuori strada la colpa è sua. Chiedo scusa alla città per i troppi gol presi e le brutte prestazioni che abbiamo fatto in casa fino ad ora.”

La società informa che a breve, intorno alle 18, il presidente Fedeli incontrerà i tifosi.

Loris Beoni: “Una prestazione assolutamente negativa nel complesso, non c’è molto da dire se non chiedere scusa e rimettersi a lavorare a testa bassa. Monticelli pensavo fosse stato un incidente di percorso invece stiamo manifestando delle difficoltà grosse e croniche nelle partite casalinghe”. Alla domanda sulle contromisure su Esposito risponde:”Esposito ha fatto quello che ha voluto, le contromisure contro di lui erano previste ma chiaramente non hanno funzionato. Abbiamo lavorato normalmente come tutte le settimane, c’è qualcosa su cui riflettere e magari anche arrabbiarsi perché non si spiega che la stessa formazione capace di fare 4 gol  a Fano si riduca a fare poi queste prestazioni. Non mi nascondo dietro nessun episodio, nonostante ce ne siano stati, conosco solo il lavoro come medicina per uscire da questa situazione.”

Marco Pezzotti: “Gara sbagliata dal primo all’ultimo minuto, per la seconda volta in casa siamo scesi in campo con la testa sbagliata, eravamo gli stessi 11 di Fano, ma sembravamo la loro brutta copia. Dopo l’1-1 dovevamo cercare di bloccare il risultato per poi provare a vincere, invece abbiamo lasciato Esposito libero di fare quel che voleva. Chiediamo scusa a società e tifosi per l’ennesima delusione casalinga, oltre a chiedere scusa e rimetterci a lavorare non possiamo fare altro.”

Davide Salvatori: “Abbiamo fatto una gara orribile oggi, abbiamo permesso al Matelica di fare quel che voleva, ad Esposito in particolare, è vero che in teoria dovevamo aiutare in raddoppio i terzini su di lui ma quando un giocatore del genere entra in area per essere pericoloso ci mette un attimo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.699 volte, 1 oggi)