COSIMI 6 Bravo su una conclusione di Ginestra, non può nulla sul calcio di rigore realizzato.

TAGLIAFERRI 6 Soffre le incursioni di Sivilla e Borrelli sulla sua corsia. Parte intimorito nel primo tempo, migliora poi.

MONTESI 6 Autorevole e privo di timore. Fuori di posizione in occasione della doppia occasione Gucci-Sivilla.

BARONE 7,5 Un metronomo che trova sempre la giocata più semplice e logica. Il suo gol è un capolavoro balistico: palla sul sette, nell’esatto centimetro dove è impossibile prenderla. Combatte pallone su pallone sempre con la giusta dose di “fosforo”. Realizza anche il rigore, doppietta rossoblu.

SALVATORI 7 Buona prestazione contro alcuni dei migliori attaccanti del girone. Gli viene fischiato un fallo da rigore che è un bel volo di fantasia del direttore arbitrale. Ne cancella il ricordo con la rete dell’1-2.

CASAVECCHIA s.v.

CONSON 6,5 A noi sembra che lui in coppia con Salvatori funzioni meglio rispetto a Lomasto. Compensa la minore agilità con vigorosa prestanza fisica che per un centrale difensivo è necessaria quanto mai. Sivilla lo brucia in velocità una sola volta, ben per la Samb che abbia sprecato l’occasionissima in apertura di ripresa.

TITONE 7 Solita grande generosità, squarcia le difese palla al piede. Per il gran correre a volte arriva poco lucido sotto porta, ma non è così nella ripresa quando galoppa sfrenato verso Ginestra e lo trafigge con un sinistro rasoterra.

PRANDELLI s.v. Si procura l’occasione per l’1-5 ma il suo tiro sfiora il palo.

SABATINO 6,5 Suo il lancio per Pezzotti ad inizio gara, che vale metà risultato. Conferma quanto mostrato in queste prime giornate: intelligenza tattica e posizione.

SORRENTINO 6 E’ un giovane di notevoli qualità e, a nostro avviso, un under irrinunciabile. Ma non crediamo dia il massimo da prima punta: il suo ruolo ideale è quello oggi occupato da Titone, dietro il centravanti.

TROFO s.v. entra nel finale e dà manforte al centrocampo.

PALUMBO 7 Dopo questa prestazione il numero 10 gli resterà cucito sulla pelle e la corsia destra di sua proprietà. Salta l’uomo, come si dice volgarmente, “botta a botta”. Non gli si può però chiedere di svolgere a pieno la fase difensiva. Su di lui il fallo del rigore del 4-1.

PEZZOTTI 6,5 Riscatta l’opaca prova contro il Monticelli. Qualità e quantità sulla corsia sinistra. Pronto dopo pochi minuti a ricevere il lancio di Sabatino e provocare l’espulsione di Marconi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.315 volte, 1 oggi)