GROTTAMMARE – Si è tenuta questa mattina, martedì 6 ottobre, nella sala consiliare di Palazzo Ravenna, la prima lezione del corso di Italiano per stranieri rivolto ai beneficiari del progetto Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo del Ministero dell’Interno, di cui Grottammare è parte dall’anno 2007.

Dato l’alto numero di partecipanti (27, ma saranno presto 31), infatti, questa edizione del corso che si tiene regolarmente nella sede dello Sportello Sprar di via Crucioli è stata accolta in municipio.  

Il corso è tenuto dalla docente Ilaria Rossi, con il coordinamento degli operatori dello sportello Sprar Grottammare. Le materie di insegnamento partono con i moduli dedicati all’alfabetizzazione – il corso riunisce persone di varie nazionalità e cultura linguistica: Nigeria, Pakistan, Siria, Afghanistan, Gambia, Mali, Gabon, Togo e Costa d’Avorio – per arrivare a quelli centrati sull’educazione civica e sulla conoscenza della cultura italiana.

Il corso di italiano è uno dei pilastri del progetto di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati che il Comune realizza attraverso l’operato di un ente gestore, l’ATI Nuova Ricerca Agenzia Res, Koinema, Cooss Marche, nella sede operativa di via Crucioli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 264 volte, 1 oggi)