SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Promossa congiuntamente dal Segretario generale Edoardo Antuono e dal Responsabile della trasparenza del Comune Roberto De Berardinis, si è svolta ieri 29 settembre in Auditorium la prima delle due giornate di laboratorio sulla trasparenza, in rispetto della formazione obbligatoria prevista sul tema per i dipendenti degli enti locali del territorio,  onde fornire indicazioni operative agli Enti, alle prese con il rispetto degli obblighi connessi alla pubblicazione dei dati, delle  informazioni e degli atti, necessari ad assicurare l’accessibilità da parte di chiunque alla loro attività.

Ricche di spunti di riflessione sono state le considerazioni di ordine concettuale, tecnico, giuridico e di approfondimento del professore Santo Fabiano, formatore esperto sui temi della prevenzione della corruzione, già dirigente della carriera prefettizia, poi in diversi enti locali, ora consulente per numerose pubbliche amministrazioni,  attualmente consulente per la Camera dei Deputati.

Dopo una breve introduzione del Segretario generale, si è sviluppata l’esposizione tecnica di Mania Cantalamessa, Direttore del Servizio trasparenza dell’Ente coadiuvata dal tecnico-informatico Tonino Andrenacci, riguardo le soluzioni tecniche adottate dal Comune di San Benedetto del Tronto per la pubblicazione dei suddetti dati.

Con la partecipazione attiva del Responsabile della Trasparenza e Anti-Corruzione sono state  analizzate le problematiche giuridiche e di applicazione concreta delle norme che hanno imposto alle Amministrazioni di pubblicare i dati, le informazioni, i documenti e gli atti relativi alla loro attività, come strumento principale per prevenire e contrastare i fenomeni di corruzione.

Gli argomenti previsti per la duplice tornata dei laboratori sulla trasparenza riguardano la pubblicità degli incarichi, gli atti di pianificazione e governo del territorio, i bandi di gara e i contratti, le sovvenzioni, i contributi, i sussidi e i vantaggi economici, i provvedimenti dell’ente egli obblighi di pubblicazione a cui devono soggiacere gli organi di indirizzo politico amministrativo.

Agli incontri del 29 settembre e del prossimo 6 ottobre partecipano i Dirigenti del Comune con il personale dei rispettivi settori, ai quali si  aggiungono i dipendenti dell’Amministrazione provinciale di Ascoli Piceno e di altri Enti/Organismi che ne hanno fatto richiesta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 231 volte, 1 oggi)