SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due sono state le distanze coperte dalla 10^ gara podistica Ascoli-San Benedetto: una di 33.250 km, con partenza da Piazza Arringo ad Ascoli Piceno, e l’altra di 21.097 km, con partenza da Castel di Lama. Entrambi i percorsi si sono snodati quasi interamente lungo la Salaria, per poi terminare in Piazza Giorgini a San Benedetto.

Ancora una volta, il primo a tagliare il traguardo della gara principale e più lunga è stato il marocchino Tarik Marhnaoui (1:57:17) della Colleferro Atletica, davanti ad Alberico Di Cecco (2:01:01) dell’ASD Vini Fantini e Antonio Bucci (2:02:11) dell’A.S.D. Tocco Runner. Fuori dal podio, ma comunque nella top ten : Mattia Franchini dell’Atlamat Osimo, Luigi Listorti della Podistica Montegranaro, Luigi Del Buono della Stamura Ancona, Luca Coppari dell’Atletica Jesi, Luca Piergiovanni dell’ASD Vini Fantini, Massimo Rinaldi della Filippide Montesilvano e Nicola Borini della Stamura Ancona.

A trionfare tra le donne è stata Silvia Tamburi (2:14:24) dell’Atletica Avis Perugia, davanti a Sara Carducci dell’Ascoli Marathon e Cristina Marzioni dell’Atletica Potenza Picena. Alle loro spalle: Silvia Luna del Grottini Team, Marilena Cesarini dell’Atletica Amat Osimo, Elisa Bettini della Polisportiva Sanrafel, Mara De Julius della Filippide Montesilvano, Cecilia Di Benedetto della Fit Program, Monia Coletti della Fit Program e Rossana Murgia di Poggio degli Ulivi.

Il podio maschile e femminile della mezza maratona sono stati invece così composti: Vincenzo Mancini del Mezzofondo Club Ascoli, Francesco Raia della Associazione Podistica New Castle e Lino Lesti dell’ASD Montorio, per gli uomini, Ilaria Mancini dell’Avis Ascoli Marathon,  Maria Rita Falgiani dell’Avis Ascoli Marathon e Mariele Costantini della Picchio Running, per le donne.

Al termine delle competizioni, che hanno visto la partecipazione di quasi 600 atleti, è stato consegnato un premio anche  società organizzatrice, la Porto 85, alla quale Roberto Capocasa ha regalato un quadro da lui realizzato e il cui Presidente Silvestri preannuncia che l’edizione 2016 sarà ricca di novità: “Difficilmente ripeteremo l’esperimento della gara sui 21 km, che richiede tantissimo impegno e tante spese. Vorremmo puntare forte sulla distanza classica dell’Ascoli-San Benedetto (km. 33,250), chiedendo al circuito di mezze maratone Piceni & Pretuzi di poterci far parte, logicamente con punteggi diversi. E, a contorno della gara, vorremmo organizzare una corsa sulla distanza dei 10 km, con partenza in concomitanza della 33,250, che si svolga sul lungomare. Per chiudere, vorremmo dare una stretta alla presenza di gente sulla linea del traguardo e quindi, dalla prossima edizione, sarà concesso di fare foto nel parterre solo a coloro che saranno accreditati, mentre gli amatori avranno a disposizione l’intero percorso”.

Doverosi i ringraziamenti del Presidente della Porto 85: alla Polizia Municipale dei comuni che hanno collaborato, all’Associazione Chimaera, alle protezioni civili comunali, ai ragazzi dell’istituto tecnico commerciale “Capriotti”, ai ragazzi dell’istituto alberghiero “Buscemi”, alla Polizia di Stato, alla Polizia Provinciale, ai soci, al Presidente del C.T. Maggioni, alla Start, agli otto comuni della Vallata, al main sponsor Andrè Media Group, a quelli istituzionali come Romacar Group, Eiffel, Orsini & Damani e allo sponsor tecnico Karhu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.181 volte, 1 oggi)