GROTTAMMARE – alla sua terza edizione l’evento si è sviluppato con la presentazione di dieci idee imprenditoriali e di dieci aspiranti imprenditori ad una platea di business angels finanziari e industriali, seed capitalist ed istituti finanziari. Una metodologia – quella dell’elevator pitch (letteralmente “discorso in ascensore”) – importata dagli Stati Uniti in base alla quale si hanno a disposizione solo cinque minuti di tempo per raccontare nel modo più efficace e convincente possibile se stessi ed il proprio progetto imprenditoriale. Il tempo di una corsa in ascensore, insomma, per conquistare l’interlocutore e finanziare così la propria start up. Le dieci start up che si sono cimentate in questa originale “corsa al finanziatore” sono state scelte da un apposito Comitato scientifico di valutazione, tra le 50 che hanno presentato domanda tramite il portale dedicato al progetto www.yestartup.it.

Nutrita la presenza in platea di rappresentanti di imprese già operanti nel nostro territorio nell’intento di  attivare delle partnership commerciali che potrebbero rivelarsi determinanti sia per la nascita e lo sviluppo delle nuove attività imprenditoriali sia per accrescere la competitività di realtà mature che potrebbero beneficiare della contaminazione di start up ad alto contenuto di innovazione. Partner di “Speed AP 2015” sono la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Banca Marche, la Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte, l’Istao (Istituto Adriano Olivetti), il Consorzio Universitario Piceno,  HUB 21 e Startup business ma tantissime sono le imprese picene che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. Le dieci idee    presentate dagli startupper provenienti da tutta Italia, sono risultate assolutamente innovative e con grandi prospettive di sviluppo: si va dalle applicazioni digitali in campo farmaceutico e turistico ai plantari ergonomici, dalle pellicole antibatteriche bio-ispirate e non tossiche al gioco a premi per contrastare l’evasione fiscale.

“La nostra Associazione – ha sottolineato il Presidente di Confindustria Ascoli Piceno Simone Mariani – è impegnata ogni giorno a favorire tutte le condizioni di contesto che possano accrescere la competitività del nostro territorio e delle nostre imprese. L’iniziativa dei Giovani si è inserita in un percorso virtuoso che stiamo provando a costruire insieme a tutti gli attori – pubblici e privati – del Piceno”. Franco Bucciarelli, presidente dei Giovani Imprenditori che organizzano l’evento ha ricordato “l’iniziativa è nata tre anni fa   con l’obiettivo di dare una risposta concreta e visibile a quanti, giovani o meno giovani, vogliono tentare la via dell’imprenditoria. Il  progetto è considerato una vera e propria best pratice a livello nazionale, perché intende contribuire alla creazione di un ecosistema favorevole alla nascita di nuove imprese in particolare quelle innovative     determinanti per lo sviluppo socio economico di un territorio”.  Apprezzata la partecipazione dell’assessore regionale all’industria Manuela Bora a conferma di una specifica attenzione alle tematiche dello sviluppo e dell’inserimento delle nuove generazioni nello scenario imprenditoriale regionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 715 volte, 1 oggi)