SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Adesso è ufficiale: sarà la terna composta da Pasqualino Piunti, Giorgio De Vecchis e Virginia Trento a contendersi la candidatura a sindaco tra le fila del centrodestra.

Oltre all’esponente di Forza Italia, sceso in campo addirittura prima dell’estate, si sono aggiunti l’ex presidente del Consiglio Comunale in rappresentanza di Fratelli d’Italia e l’imprenditrice turistica, espressione della fronda fuoriuscita dal partito della Meloni.

La selezione di Piunti, De Vecchis e Trento è il primo atto concreto del tavolo di 15-20 elementi formatosi mercoledì sera e composto da figure (non più di due) vicine a Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Ncd e altre liste civiche.

La prossima settimana si svolgerà una nuova riunione, col coordinamento che aprirà un dibattito con i candidati. Questi verranno “interrogati” e chiamati a presentare una bozza di programma. La volontà comune è quella di arrivare ad una sintesi, magari allargando la base di discussione attraverso l’organizzazione di confronti pubblici.

Il candidato del centrodestra sarà nominato entro il 31 ottobre, così da bruciare sul tempo i rivali, impegnati con le primarie un mese dopo.

Ad oggi, Piunti gode dell’appoggio dell’intero gruppo consiliare e di Ncd, mentre De Vecchis può contare solo su Fdi. La Lega non ha espresso preferenze, limitandosi ad auspicare un percorso unitario e l’individuazione di una figura forte. Definitivamente fuori dai giochi invece Luca Vignoli.

Nonostante gli ultimi sviluppi, Piunti mantiene una posizione di vantaggio sui contendenti, anche perché Forza Italia non sembra disposta a cedere il passo a pochi metri dal traguardo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.139 volte, 1 oggi)