SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande soddisfazione in casa Samb per la vittoria di Campobasso. Non tanto per il risultato quanto per il gioco espresso. Tutti, anche gli avversari, hanno riconosciuto che la Samb è più squadra rispetto alla formazione molisana.

Non sta nella pelle il presidente Franco Fedeli che, prima di tutti, aveva pronosticato un risultato positivo ma anche una grande fiducia nella rosa messa a disposizione di Beoni. “Possiamo e dobbiamo crescere ancora. Se qualche giocatore è meno pronto di altri, magari è meglio tenerlo in panchina fino a quando non è al 100%.”.

Soddisfatto della squadra, un po’ meno da come sta andando la campagna abbonamenti. Oggi alle 16 gli abbonati ammontavano a 1100, mentre un anno fa arrivammo a 1400 (“si però c’erano anche i bambini”, mi hanno fatto notare).

“Ero convinto che saremmo arrivati tranquillamente a duemila. Il numero di abbonati è un indice importante dell’entusiasmo intorno alla squadra. Tra l’altro avallato concretamente dai risultati: potevamo essere anche noi a punteggio pieno senza quel secondo tempo di Fermo. Non è una questione di soldi ma di una risposta da parte della gente che mi piacerebbe avere. Tutto qui. Come società continueremo sempre e comunque a fare il nostro dovere fino in fondo” la pensa così il presidente rossoblu.

In effetti, se un anno fa ci fu l’euforia post promozione, credo che l’avvento della nuova proprietà debba superarla alla grande. Sono anni che abbiamo presidenti che ‘spaccano’ la lira (chi vuol capire capisca), fino al punto di perdere un campionato vinto, ora che ne abbiamo uno che i soldi li ha messi veramente, che parla da tifoso, che ha come modus viventi trasparenza e verità, supportarlo con una massiccia presenza sugli spalti, abbonamenti in primis, sarebbe il modo migliore per fargli capire definitivamente che ha fatto la scelta giusta e che non se ne pentirà. “Per misurare l’entusiasmo e non per soldi”, è stata la precisione di Fedeli. Domenica mattina l’ardua sentenza.

Sul fronte acquisti nessuna novità. “Aspetteremo la riapertura del mercato (Dicembre Ndr) per valutare meglio le effettive necessità della squadra. Intanto da domenica prossima Beoni avrà a disposizione anche l’under Trofo per il centrocampo. –ha detto ieri il consulente di mercato Simone Perotti – Siamo comunque con gli occhi aperti per quel che riguarda gli svincolati”

Ai tifosi piacerebbe Di Massimo, under dell’Avezzano…

“Il ragazzo è molto bravo ma non è tutto dell’Avezzano e in questo momento la trattativa non è facile. Nel suo ruolo siamo comunque ben coperti. A dicembre, dopo tante altre partite, eventuali correttivi potranno essere più mirati. Conterà anche la posizione in classifica perché la società ha finora dimostrato che è venuta a San Benedetto per vincere”.

Il ragionamento ci pare sensato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.533 volte, 1 oggi)