GROTTAMMARE – Il Tribunale di Fermo ha condannato a 9 anni e sei mesi un grottammarese di 24 anni, G. G., per violenza di gruppo su una minorenne. Alla fine del 2008 e all’inizio del 2009 si era macchiato di una serie di violenze, con altre persone, su una 15enne.

La ragazzina stava insieme con il fratello del 24enne quando quest’ultimo con una scusa chiede di vederla. Dopo un po’ di rifiuti la ragazzina accetta e si fa venire a prendere in macchina da G. G.. Viene portata in un’abitazione a Grottammare e qui avviene la prima violenza sessuale in vari modi. Viene riportata a casa e invitata (con minacce) a tacere su tutto quello che era successo.

In seguito G. G. si ripresenta davanti alla 15enne con un altro amico, tornano nell’abitazione dell’altra volta e lì avviene un’altra violenza sessuale.

Infine viene ricondotta, in seguito, in un bar di San Benedetto del Tronto chiuso per turno (il proprietario M. S. è sotto processo ad Ascoli Piceno) e in quattro persone la violentano e seviziano.

La 15enne, sconvolta, decide di raccontare tutto ai genitori. Il 24enne grottammarese è stato considerato il “regista” di tutte queste violenze.

Altre tre persone sono finite davanti al Tribunale dei Minori di Ancona in attesa, ancora, di sentenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.076 volte, 1 oggi)