SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La segreteria del Pd non può imporre primarie a due, né elevare il quorum delle firme necessarie per la partecipazione. Ad impedirlo non è altro che lo statuto nazionale del partito, molto chiaro nel fissare le regole per la selezione delle candidature.

Il comma 3 dell’articolo 4 spiega che la candidatura a sindaco può essere avanzata con il sostegno di appena il 10% dei componenti dell’Unione Comunale, che a San Benedetto è formata da 53 militanti. Ad ogni candidato basterà quindi raccogliere 6 adesioni. Briciole.

Come se non bastasse, lo statuto consente in alternativa di raccogliere un numero di sottoscrizioni pari almeno al 3% dei tesserati cittadini, riferiti all’anno precedente. Ipotizzando quindi 600 iscritti al Pd rivierasco (numero calcolato per eccesso), occorrerebbe certificare appena 18 firme.

Cifre assai differenti da quelle sparate durante il direttivo di domenica. Nella riunione di Via Manara si parlò addirittura di un’asticella fissata a quota 200, così da restringere la competizione democratica ad un uno contro uno.

In questo modo, i principali penalizzati sarebbero il candidato renziano Tonino Capriotti e la fronda portodascolana, ancora indecisa sul da farsi ma comunque sul piede di guerra.

“Penso che le primarie non debbano diventare un momento di divisione in cui si esclude qualcuno”, dichiara Gianluca Pompei. “Non dobbiamo avere paura di chi si vuole mettere in gioco, il giudizio va affidato ai cittadini. Se si trova un regolamento che va soddisfa tutto il partito ben venga, altrimenti basta applicare la normativa quadro per non dare adito a future recriminazioni”.

Sì perché nel partito c’è già chi è proiettato alla fase due, ovvero al post-primarie. Con un Pd lacerato e soffocato da polemiche, il rischio è di ritrovarsi nella vera campagna elettorale con una base spaccata e addirittura pronta a boicottare il leader incoronato alle consultazioni.

Per la cronaca, le sottoscrizioni potranno essere raccolte a partire dal lunedì immediatamente successivo al 15 ottobre, per le tre settimane seguenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)