GROTTAMMARE – Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Grottammare Enrico Piergallini.

Da lunedì prossimo partirà la terza fase della strategia preventiva di lotta al Punteruolo rosso sperimentata quest’anno dall’Amministrazione comunale di Grottammare. Infatti, la ditta specializzata incaricata “Nico Green” provvederà ad effettuare il terzo trattamento, dei quattro previsti per il 2015, di prodotti fitosanitari sulle 319 palme “Phoenix Canariensis” di proprietà comunale presenti su tutto il lungomare.

L’intervento, che si affianca all’attività ordinaria dei giardinieri comunali, prevede l’utilizzo di principi attivi registrati e autorizzati dall’Assam per le palme in aree urbane. L’obiettivo da raggiungere consiste nel cercare di bloccare la diffusione dell’insetto, colpendolo  quando si trova nella fase larvale, che è quella che procura danni maggiori alla pianta. I prodotti utilizzati sono a bassa tossicità, ma saranno distribuiti in modo tale che non si verifichino dispersioni nell’ambiente.

Non esistono ancora dati definitivi e ufficiali sui risultati di questa operazione (si avranno solamente alla fine dell’anno) ma si ha la netta impressione che il numero delle palme comunali infestate quest’anno dal micidiale coleottero sia decisamente inferiore a quello degli ultimi anni: 45 nel 2013 e 48 nel 2014.

“E’ ancora presto per fare bilanci, ma crediamo che, al termine dell’anno, i risultati di questo nuovo percorso di profilassi delle nostre palme risulterà vincente – dichiarano il Sindaco Enrico Piergallini e l’Assessore alla Sostenibilità ambientale Daniele Mariani – Dai risultati di questi progetto dipenderà anche la pianificazione degli interventi per il 2016, non solo relativi al trattamento preventivo e alla cura ma, soprattutto, al reimpianto di nuove palme negli spazi vuoti lasciati dalle infestazioni degli anni scorsi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 553 volte, 1 oggi)