TITONE FA GIA’ LA DIFFERENZA

1-PEGORIN ‘96: 6 Sembra un po’ in ritardo sul calcio dal limite di Degano, un giocatore che fa sempre la differenza. Servirebbe alla Samb. Per il resto una bella parata nel finale ma non sempre è prontissimo e nella posizione giusta.

2-TAGLIAFERRI ‘97: 6 abbastanza ordinato ma troppo precipitoso. Ha 18 anni ma già si vedono potenzialità importanti. Quando la partita si scalda perde un po’ la tramontana.

3-MONTESI ‘96: 6 Molto bravo al 43’ quando superato una avversario entra in area, Comotto è costretto ad atterrarlo per il terzo gol (su rigore) dei rossoblu. Salva un gol sulla linea al 68’. Forse ha qualche responsabilità sul secondo gol della Fermana.

4-BARONE: 6 è piccolo ma ‘fetende’ si direbbe, deve imparare a riflettere un decimo di secondo in più prima di dettare il passaggio. Entra poco nel vivo del gioco.

5-SALVATORI: 6 Un po’ impreciso. Manca di affiatamento con il compagno di reparto. Da rivedere. Quando si prendono tre gol contro una squadra non irrestibile qualche problema c’è sicuramente.

6-LOMASTO: 6 suo il fallo che causa il primo gol. Troppo irruento anche se ogni tanto serve.  I centrali sono diventati i ruoli più importanti nel calcio moderno. Il presidente (che definirei un patron sui generis e per questo mi piace tanto Ndr) addebita a lui il gol del pareggio dei locali. 

7-TITONE: 8 ha un ottimo spunto già al 7’, dal quale scaturisce una mischia nella quale la Samb è sfortunatissima. Molto freddo sul rigore. Una continua insidia per la difesa locale. Un giocatore utilissimo fuori casa che un anno fa mancava. Il migliore in assoluto.

8-SABATINO: 6 l’esperienza si fa sentire. Riesce più volte a non far giocare Degano che però complessivamente è stato lasciato troppo solo. Doveva tampinarlo di più a costo di rinunciare a giocare. Al 54’ sfiora il gol da centrocampo, Olczak si salva con un tuffo all’indietro.

16-Mattia: SV (dal 65’) si mette in mezzo dove interrompe azioni aeree grazia alla sua altezza.

9-SORRENTINO ‘95: 6,5 al 17’ anticipa tutti di testa ma il portiere della Fermana devia in angolo. E’ un po’ ingenuo. Dopo il gol sembra un altro. Può e deve migliorare.

15-Bonvissuto: SV (dal 69’) appare in ritardo.

10-PALUMBO: 6,5 con azione personale da incorniciare supera tre avversari e serve a Sorrentino un pallone da spedire in rete.

14-Perna ‘95: SV (dal 69’)

11-PEZZOTTI: 6 ottimo un suo tiro al 2’ deviato in angolo da Olczak. Pareggia con un tiro dalla destra che inganna difensori e attaccanti. Troppo lezioso in qualche circostanza.

IACONI: “VI DO DEGANO DATEMI I VOSTRI TRE ATTACCANTI”

PEZZOTTI: “Inspiegabile la mia espulsione. Non ho alzato il piede per far male ma ho solo cercato di interrompere l’azione con un fallo tattico. L’arbitraggio è stato scandaloso: il terzo gol della Fermana era in netto fuorigioco, il secondo con un nostro giocatore a terra. Da notare che nella circostanza ho anche ricevuto uno schiaffo in faccia da Comotto che l’arbitro non ha probabilmente visto. Forse il signor Natilla oggi non era sereno, prima dell’espulsione mi ha detto: “Ti avevo avvisato ma anche ti stavo aspettando”. Errori per i quali i più penalizzati risultano i tifosi. Riguardo la gara oggi ho visto un’ottima Samb che ha stradominato il primo tempo, c’era anche un rigore per noi per fallo di Salvatori. Ma da questo momento non pensiamoci più. Vuol dire che domenica prossima daremo ai tifosi le soddisfazioni che meritano anche sul piano del risultato. Io probabilmente non ci sarò per due giornate. Nella ripresa in dice contro undici ci siamo difesi con i denti”

Subito dopo entra il presidente Fedeli che è lapidario: due gol li abbiamo subiti per colpa dei difensori, sul terzo Lomasto ha commesso un errore che non deve più ripetersi. L’arbitro? Non è possibile cambairlo quindi sto zitto.

Alunni (Ds Samb): “ A me piace vincere e, se non è successo, il motivo va ricercato nel modo con cui siamo rientrati in campo nel primo tempo. Troppo molli, bisognava chiudere la partita subito senza mettersi a palleggaire come se la gara fosse già finita.

Titone “Dobbiamo migliorare nella lettura della gara e tenere duro nei momenti difficili, primo tempo ineccepibile. Ho voluto tirare il rigore per sbloccarmi subito con i gol.

*****

DEGANO  SUPERMAN

Analizzando la gara è facile dedurre che la differenza in campo l’hanno fatta due calciatori, Titone per la Samb e Degano (di più) per la Fermana. Curioso il siparietto tra me e il tecnico fermana quando alla mia domanda: se Degano giocava nella Samb non ci sarebbe stata partita. Dpo quasi un minuto di silenzio ha risposto così.: “Stessa cosa se i tre attaccanti della Samb stavano dalla nostra parte”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.878 volte, 1 oggi)