SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono ancora in corso le indagini riguardo il colpo criminale commesso da alcuni individui nel pomeriggio del 27 agosto all’Unicredit di Porto d’Ascoli. Sono stati acquisiti dal Comando Provinciale dei Carabinieri  i filmati della videosorveglianza della filiale. Inoltre è stato attivato su tutto il territorio il piano anti rapine. Sono al vaglio degli inquirenti anche le immagini di altri impianti di sicurezza della zona.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, i carabinieri stanno cercando di individuare l’auto utilizzata per la fuga ovvero una Volkswagen Polo sottratta alla vice direttrice dell’Unicredit minacciata e costretta a digitare i codici delle casse dei bancomat dalle quali è stato prelevato il denaro, circa 100 mila euro.

Sono quattro le persone ricercate dalle forze dell’ordine, secondo alcuni testimoni erano italiani con un accento meridionale, a volto scoperto e armati di taglierini. Hanno immobilizzato le persone presenti (una ventina tra clienti e dipendenti) e tolto cellulari e chiavi. Dalle fasi della rapina è probabile che il colpo fosse stato studiato e organizzato da qualche tempo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.288 volte, 1 oggi)