SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le scritte sono ancora lì. A quasi una settimana dal raid vandalico del 21 agosto, sono ancora imbrattate le mura della Biblioteca Comunale, riempite di slogan anarchici e antifascisti e di insulti verso la Polizia.

In un primo momento erano state eliminate le scritte in prossimità dell’ingresso in Municipio, ma l’intervento sembra essersi interrotto.

Quasi in contemporanea, attacchi simili sono apparsi nella pineta Pasqualetti. I writers hanno preso di mira la Casa del Giardiniere che il Comune aveva recentemente ripulito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.159 volte, 1 oggi)