SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte della Capitaneria di Porto:

“Giunti a circa metà l’operazione “Mare Sicuro”, il Comandante della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, Capitano di Fregata Sergio Lo Presti, tira le somme dei risultati fin qui ottenuti nell’ambito del Compartimento Marittimo che si estende dalla foce del fiume Tronto inclusa alla foce del fiume Chienti esclusa.

In premessa, il Comandante della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, Capitano di Fregata Sergio Lo Prestisottolinea che il 2015 è un anno importante per il Corpo, ricorre infatti il 150° Anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. Fu, infatti, con il Regio Decreto 20 luglio 1865 numero 2438, che, avvertita l’esigenza di dare unità alla disciplina di tutte le attività marittime e portuali, fu sancita la fusione del Corpo dello Stato Maggiore dei Porti e dell’Amministrazione dei Consoli di Marina in un unico soggetto istituzionale, capace di meglio interpretare la direzione di siffatte peculiari funzioni. Dal 1989 i reparti del Corpo delle Capitanerie di Porto che svolgono compiti tecnico-operativo, sono stati costituiti in “Guardia Costiera”, vestendo la tradizionale livrea bianca con il logo tricolore che, in tutto il mondo, contraddistingue i mezzi della Guardia Costiera da quella di altri enti o corpi di polizia e statali.

Inoltre anche quest’anno l’operazione Mare Sicuro, vede in questi giorni la piena attivazione della sua fase operativa. L’attività svolta quotidianamente dagli uomini e dalle donne della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e del dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio retto dal T.V. (CP) Fabrizio Strusi, è mirata alla verifica ed al raggiungimento degli standard di sicurezza previsti per legge nel settore turistico-balneare e della nautica da diporto.

Si ricorda che l’operazione “Mare Sicuro” è articolata in due fasi, la prima preparatoria, conclusasi il 22 giugno u.s., la seconda operativa che terminerà il 13 settembre.

Durante la prima fase, la Capitaneria di Porto ha organizzato sia incontri con gli studenti degli istituti scolastici, mirati ad una sensibilizzazione sul corretto uso del mare in termini di sicurezza e di tutela ambientale, sia riunioni finalizzate alla divulgazione degli standard di sicurezza con tutti gli operatori del settore tra cui 118, Croce Rossa, Vigili del fuoco, Cooperative di Salvamento e Titolari delle strutture balneari.

L’attenzione verso i giovani, che rappresenta un elemento focale tra gli obiettivi della Capitaneria, trova ulteriore riscontro nell’attività del “Campo Giovani Guardia Costiera 2015”, iniziativa svolta per conto del Dipartimento della Gioventù (Presidenza del Consiglio dei Ministri), nell’ambito della quale ogni settimana già dal 15 giugno, presso le strutture logistiche della Capitaneria di Porto, vengono ospitati gruppi di ragazzi e ragazze di età compresa tra i 15 ed i 22 anni per trascorrere 7 giorni a stretto contatto con il personale e le attività d’istituto della Guardia Costiera.

Il Comandante Lo Presti, oltre alla diffusione di numerosi comunicati stampa e opuscoli informativi, ha inoltre completato l’attività divulgativa rispondendo ai quesiti degli utenti attraverso l’emittente radiofonica “Radio Azzurra” e tramite il supporto delle emittenti televisive locali: “Vera TV”, “JTV” e “Jant.it”.

Dal 23 giugno, data di avvio della fase operativa, i militari del Compartimento Marittimo di San Benedetto del Tronto hanno già eseguito circa 499 controlli, sia presso gli stabilimenti balneari sia in mare alle unità da diporto. Questi ultimi  ai fini del rilascio dei Bollini Blu, previo accertamento degli standard di sicurezza previsti, finalizzato all’evitare il reiterarsi di controlli da parte di diverse forze di polizia presenti in mare.

Il continuo impegno dei militari della Capitaneria di Porto garantisce, quindi una costante assistenza e vigilanza sui 179 stabilimenti balneari e sulle circa 400 unità da diporto presenti nel territorio del Compartimento Marittimo di San Benedetto del Tronto.

Inoltre, come di consueto, oltre all’operazione “Mare Sicuro”, continua l’attività di soccorso prestata dalla Capitaneria a tutti i marittimi in pericolo in mare.

Si sta altresì operando congiuntamente e sotto il coordinamento della Prefettura di Ascoli e di Fermo, alle attività finalizzate al contrasto del commercio abusivo lungo il litorale del Compartimento Marittimo di San Benedetto, assicurando il concorso del personale della Capitaneria agli interventi congiunti svolti dalle Forze di polizia operanti per finalità di ordine pubblico.

La Capitaneria svolge un’attività continua e vigile sotto ogni punto di vista, dal pattugliamento della costa, alla tutela ambientale, ai controlli sulla filiera della pesca. Con riferimento a quest’ultima, infatti il personale della Capitaneria di San Benedetto e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio ha posto in essere nel proprio compartimento una operazione complessa denominata “Vigila Semper” svoltasi nel periodo 24 – 28 Luglio u.s. che ha visto la partecipazione di 20 militari e 2 unità navali. L’attività di controllo, in ossequio alle disposizioni impartite con il Documento d’impianto regionale del Reparto Operativo della Direzione Marittima di Ancona, ha riguardato controlli volti alla prevenzione ed alla repressione della vendita di prodotto ittico proveniente dalla pesca sportiva e/o ricreativa, corretta etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici lungo la filiera della pesca con particolare riferimento agli stabilimenti balneari che svolgono attività di ristorazione o comunque che abbiano la possibilità di preparare e somministrare prodotti a base di pesce. In totale, durante le attività “Mare Sicuro 2015”, per quanto attiene il settore pesca, sono state elevate n°11 sanzioni amministrative e n°5 sequestri amministrativi di cui: N°5 sanzioni amm.ve per violazione della normativa in materia di rintracciabilità, con N°4 sequestri amm.vi per un totale di Kg. 110 di prodotto ittico; N° 1 sanzione amm.va per violazione in materia di informazioni ai consumatori con sequestro di Kg. 1.4 di Tonno Pinne Gialle congelato e scaduto, N°2 sanzioni amm.ve per violazione in materia di sicurezza alimentare, N°2 sanzioni amm.ve per violazione degli obblighi derivanti in materia di tracciabilità dei prodotti alimentari e N°1 sanzione amm.va per intralcio dell’attività posta in essere dagli ispettori della pesca dell’Autorità Marittima.

Nell’ambito delle attività istituzionali particolare importanza hanno rivestito i controlli volti alla tutela dell’ambiente e dell’ecosistema marino. Il personale militare ha effettuato un monitoraggio costante sul demanio marittimo, su canali e relativi scarichi a mare nonché sui depuratori presenti nei comuni costieri ricadenti nell’area di giurisdizione per un totale di 413 controlli eseguiti.

Si richiama infine l’attenzione sul NUMERO BLU 1530 che attiva il dispositivo di sicurezza in mare della Guardia Costiera e garantisce immediati contatti tra  i marittimi in difficoltà e la S.O. più vicina al luogo di provenienza della chiamata.

La capitaneria garantisce inoltre il continuo supporto agli utenti attraverso l’apertura straordinaria degli Uffici con lo sportello INFO POINT dal 25 Luglio al 16 Agosto dalle ore 10.00 alle ore 12.00 nei giorni prefestivi e festivi.

In prossimità delle festività di Ferragosto, inoltre, il Comandante Lo Presti ha previsto un rafforzamento delle pattuglie marine e terrestri, mirato ad una maggiore attività di vigilanza, prevenzione e controllo nei preminenti ambiti istituzionali: sicurezza in mare, salvaguardia ambientale e protezione delle risorse naturali.

Inoltre la collaborazione con i media locali si concretizza giornalmente attraverso gli avvisi dedicati emessi dalle emittenti locali (Radio Azzurra, Radio Fermo 1 e Pubblicentro) ed inerenti il numero blu 1530.

Il dispositivo messo in campo in questo ponte prevede la presenza di n°2 motovedette, 2 battelli pneumatici e 2 autopattuglie”.

ESITI OPERAZIONE MARE SICURO, AL 12 AGOSTO NEL COMPARTIMENTO MARITTIMO DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO:

Utenti interessati: 179 stabilimenti balneari e circa 400 unità da diporto;

Numero di controlli effettuati ad unità navali: 399;

Numero di controlli effettuati a strutture balneari: 173;

Numero di controlli antinquinamento e pesca: 391;

Numero di controlli per la tutela ambientale: 413;

Numero di Bollini Blu rilasciati: 57;

Numero delle Sanzioni Amm.ve elevate ad unità da diporto: 6;

Numero delle Sanzioni Amm.ve elevate ad unità da pesca: 3;

Numero delle sanzioni Amm.ve elevate per commercio prodotto ittico:11;

Kg di prodotto ittico sequestrati: 110;

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)