SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Diciannove canzoni per quasi novanta minuti di concerto. I Tiromancino conquistano la Medusa con una performance in riva al mare che fa registrare il tutto esaurito.

La band capitanata da Federico Zampaglione inizia l’esibizione poco dopo la mezzanotte per allungarsi senza pause fino all’una e mezza. Si comincia con “Angoli di cielo”, “L’autostrada” e “Un tempo piccolo”, dichiarato omaggio a Franco Califano.

La platea numerosa canta ininterrottamente, fino ad esplodere al momento della proposizione de “La descrizione di un attimo”, “Per me è importante”, “Liberi”, e “Amore impossibile”.

Si prosegue con “E’ necessario” e “Nessuna certezza”, per arrivare al ricordo di Bob Marley attraverso l’esecuzione di “I shot the sheriff”.

Nell’immancabile bis, Zampaglione lascia spazio a “Quasi 40”, “Imparare dal vento” e “L’alba di domani”. Congedo con “Due destini”.

Terminato il concerto, i Tiromancino non se ne vanno. Il tempo di cambiarsi e mangiare qualcosa in camerino e nuova riapparizione tra i fan, stavolta per firmare autografi e scattare foto.

“Grazie di cuore per il calore e l’affetto che ci avete dimostrato”, è il commento di Zampaglione su Facebook. “Avete cantato sempre con noi e sul palco arrivava tutta la vostra energia positiva”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)