MARTINSICURO – Ancora disagi sulla costa dovuti alla crisi idrica che da qualche giorno sta colpendo tutto il Teramano. Dopo la rottura della condotta di Roseto, avvenuta sabato 8 agosto, i rubinetti delle città costiere sono ancora a secco, seppur in alcune zone si registri qualche lieve miglioramento.

Chi non è dotato di serbatoi e cisterne si trova in grosse difficoltà e a Martinsicuro alcune attività commerciali del lungomare hanno preferito anticipare la chiusura al pubblico. La Ruzzo Reti, società che gestisce l’acquedotto teramano, fa sapere che i disagi proseguiranno anche nelle prossime ore.

“Causa la rottura della condotta adduttrice litoranea in località Borsacchio di Roseto degli Abruzzi – si legge in una nota – le utenze dei Comuni di Roseto, Giulianova, Tortoreto, Alba Adriatica e Martinsicuro, subiranno disagi dovuti al tempo di ricarico della risorsa idrica alle reti ed ai serbatoi di zona. La notevole richiesta idrica delle utenze non agevola il tempestivo ripristino della normale distribuzione.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)