CONTROGUERRA – Agenti della polizia, nella serata di sabato 8 agosto, nel corso di una specifica attività antidroga effettuata in zona Val Vibrata, hanno tratto in arresto un cittadino albanese, A.M, di anni 43, domiciliato a Nereto e V.G, di anni 54, domiciliato a Controguerra.

I due sono stati sorpresi a Controguerra, dopo un mirato servizio di appostamento, mentre erano intenti, all’interno dell’abitazione di V.G, a confezionare dosi di cocaina che poi sarebbe state immesse sul mercato locale.

Gli agenti, avendo appreso da persone gravitanti nel mondo della droga che i due, nella giornata di sabato, si erano approvvigionati di un cospicuo quantitativo di sostanza stupefacente, avevano effettuato un prolungato servizio di perlustrazione riuscendo a rintracciarli e a coglierli in flagranza di reato.

I due pusher sono stati arrestati con l’accusa di detenzione illecita in concorso di circa 62 grammi di cocaina. Nell’abitazione gli agenti hanno rinvenuto anche due bilancini di precisone e materiale per il confezionamento delle dosi.
Ultimate le formalità di rito, i due sono stati rinchiusi nella carcere di Castrogno a disposizione del giudice.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)