MARTINSICURO – E’ di nuovo emergenza idrica in città, come avviene ormai da anni a ridosso di Ferragosto. Da diverse settimane si segnalano carenze di acqua in alcune zone, ma da qualche ora il problema sembra aver investito tutta la cittadina truentina.

Questa volta a creare disagi sulla costa teramana è stata la rottura di una condotta principale a Roseto. La Ruzzo Reti fa sapere, attraverso un comunicato, che i tecnici sono già a lavoro per riparare il danno e risolvere l’emergenza, con particolare attenzione alla costa.

Ma intanto la città è a secco (diversi problemi segnalati anche da chi è in possesso di autoclave) e cittadini e turisti hanno fatto sentire il proprio disappunto su facebook. “Ogni anno è sempre la stessa storia, non se ne può più. La scusa é sempre la stessa (quella della rottura di una condotta)” scrive qualcuno sul social network.

Sul piede di guerra anche i commercianti e gli operatori turistici che rischiano, se l’emergenza non dovesse rientrare a breve, di dover ricorrere all’acquisto di autobotti per poter lavorare nella settimana clou dell’estate. “Tutta Martinsicuro è senza acqua – scrive un commerciante – Farei venire Forlini (amministratore delegato della Ruzzo, ndr) e il sindaco Camaioni a lavorare senza acqua. Dimissioni e tutti a casa!”.

Una situazione inaccettabile per una città che dovrebbe vivere di turismo, ma che, per colpe non sue, rischia di non poter garantire a bagnanti e cittadini neanche i servizi minimi.

Anche se le previsioni meteo parlano di tempo incerto, per la città truentina si prevede un ferragosto rovente e, purtroppo, asciutto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.410 volte, 1 oggi)