ROMA-La Lega Nazionale Dilettanti ha comunicato che la Civitanovese calcio, società fallita lo scorso 28 giugno, non è stata ammessa al campionato di Serie D 2015/16. Nello stesso Comunicato Ufficiale, il numero 67, non viene fatta alcuna menzione dell’U.S. Civitanovese del neo Patron Giuseppe Cerolini per cui, allo stato, la squadra non avrebbe il diritto di partecipare al massimo campionato Dilettanti. Ora non si sa cosa accadrà. La prima ipotesi è il ricorso da parte della Civitanovese al Collegio Arbitrale per l’eventuale riammissione alla serie D. Qualora ciò non accadesse la palla passerebbe al Comitato Figc Marche, chiamato a decidere l’inserimento del club rossoblu nel campionato di Eccellenza.
Spiazzato anche il Comitato Regionale che sta attendendo chiarimenti da Roma prima di assumere qualsiasi decisione. Continua, dunque, ad essere un’estate rovente anche per il calcio marchigiano, che tuttavia in attesa di conoscere la sorte definitiva della Civitanovese e di altre squadre (Castelfidardo, Vis Pesaro ecc.) che aspettano di sapere con certezza in quale campionato giocheranno, si consola col Monticelli che è stato ufficialmente ripescato in Serie D.
La squadra ascolana del Patron Franco Paoletti, dopo aver perso la finale dei Play Off Nazionali d’Eccellenza contro il Serpentara Bellegra Olevano ha ottenuto il ripescaggio prendendo proprio il posto della Civitanovese nel Girone F (Girone in cui anche quest’anno dovrebbero essere inserite tutte le squadre marchigiane) dove ci sarà anche la Samb con cui darà vita ad un insolito derby.
Oltre al Monticelli (che giocherà per la 1a volta nella sua storia in Serie D) è stata ripescata anche l’Olympia Agnonese che era retrocessa dopo essere giunta 15a a pari punti col Castelfidardo nel girone F ed aver perso lo spareggio con i fidardensi (poi anch’essi retrocessi dopo la sfida play out persa o meglio pareggiata sul campo dell’Amiternina). Sotto sono citate anche le altre 7 squadre ripescate nel massimo campionato Dilettanti.

Queste le 9 squadre ripescate per ora in Serie D:
1) LIVENTIVA GORGHENSE
2)LUPARENSE SAN PAOLO Football Club (ex Atletico San Paolo Padova [da non confondere col più famoso Padova calcio o Biancoscudati Padova che dir si voglia], società con cui la Luparense si è fusa)
3) A.S.D. MONTICELLI
4) POLISPORTIVA OLYMPIA AGNONESE A.S.D.
5) GHIVIZZANO BORGOAMOZZANO
6) DERTHONA
7) CITTA’ DI SCORDIA
8)FOLGORE CARATESE
9) SOCIO CULTURALE CASTIADAS

A questi 9 ripescaggi se ne potrebbero aggiungere altri visto il nuovo terremoto del calcio scommesse (ribattezzato stavolta Dirty Soccer dove è coinvolto tra le altre il Teramo) e la vicenda del Catania.

In totale le società aventi diritto non ammesse sono 12. Oltre alla già citata (sopra) Civitanovese, infatti ci sono: Savoia che non ha presentato domanda, Neapolis per espressa rinuncia della stessa, mentre Termoli (che nonostante i problemi societari che poi sembravano essere stati risolti aveva chiuso il Girone F di Serie D al 12° posto a pari punti con la Recanatese; ed ora ripartirà dall’Eccellenza Molise dove è stato inserito in soprannumero), Hinterreggio, Nuova Gioiese, Sora e Battipagliese per la mancata presentazione del ricorso avverso il parere negativo espresso dalla Co.Vi.So.D. Devono poi aggiungersi altri 4 club ai quali lo stesso organismo di controllo ha rigettato il ricorso presentato: si tratta di Gelbison Vallo della Lucania, Forlì, San Marino ed Asti. In questo modo, anche alla luce delle determinazioni assunte dal Consiglio Federale del 4 agosto, con il ripescaggio in Lega Pro di Pordenone e Albinoleffe (squadre che erano entrambe retrocesse sul campo), la Lega Nazionale Dilettanti ha preso atto della sussistenza di 9 posti vacanti per il completamento dell’organico ed ha quindi disposto il ripescaggio come riportato sopra di Liventina Gorghense, Luparense San Paolo (ex Atletico San Paolo Padova), Monticelli, Olympia Agnonese, Ghivizzano Borgoamozzano, Derthona, Città di Scordia, Folgore Caratese e Castiadas. I 9 posti sono stati determinati sottraendo i 14 posti generati da ammissioni alla categoria superiore (2) ed esclusioni (12) oltre ai i 5 posti occupati dalle società in sovrannumero nella stagione 2014/2015, riportando l’organico, al momento, a quota 162 società.
Per quanto riguarda altri eventuali ripescaggi in Lega Pro, il Sestri Levante vincitore dei Play Off Nazionali (di Serie D) si tiene il premio in denaro (30.000 euro) e resta in Serie D mentre una tra Taranto e Monopoli (finalista perdente dei Play Off Nazionali) che hanno presentato domanda sarà ripescata a completamento degli organici in Lega Pro.
Con questo ripescaggio (di Taranto o Monopoli in Lega Pro) sarà a sua volta ripescato in Serie D il Dro (che era retrocesso dopo i Play Out del Girone C in Eccellenza).
A questi ripescaggi citati (alcuni già certificati altri molto probabili) se ne potrebbero aggiungere altri ancora visto il nuovo terremoto del calcio scommesse (ribattezzato stavolta Dirty Soccer dove è coinvolto tra le altre il Teramo) e la vicenda del Catania.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.264 volte, 1 oggi)