SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi, nel territorio del Comune di Martinsicuro, militari della Guardia di Finanza di Giulianova, durante un servizio volto alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno sottoposto a controllo un’autovettura. Su di essa viaggiavano tre italiani ed un senegalese diretti alla “Notte di Mezza Estate” a San Benedetto del Tronto.

L’attività, svolta con l’ausilio delle unità cinofile del Corpo, ha evidenziato che il giovane africano oltre a risultare con il permesso di soggiorno scaduto aveva occultato all’interno della biancheria intima circa trenta dosi di sostanze stupefacenti tra marijuana e hashish già pronte per essere smerciate nella località marchigiana.

Gli altri occupanti della vettura, dopo i primi accertamenti, sono risultati estranei alla vicenda.

La successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione del 24enne senegalese ha permesso di rinvenire e sequestrare altri 100 grammi circa di sostanze stupefacenti ed un bilancino di precisione utilizzato per il confezionamento delle dosi.

Convalidato l’arresto del giovane operato dai finanzieri, l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto la condanna a 8 mesi di reclusione con sospensione della pena perché incensurato.

Migliore sorte è toccata invece ad un 55enne di Roseto degli Abruzzi, che nel corso di un’altra operazione antidroga è stato solo denunciato a piede libero, in quanto trovato in possesso di 19 piante di marijuana destinate ad uso personale.

Infatti, durante un servizio di perlustrazione del territorio e di prevenzione dello spaccio di droga svolto dai militari della Tenenza di Roseto degli Abruzzi, i finanzieri hanno notato sul balcone dell’abitazione dell’uomo (peraltro già conosciuto alle forze di polizia per via dei suoi trascorsi da tossicodipendente) la presenza di numerose piante la cui particolarità delle foglie non poteva sfuggire all’attenta osservazione dei militari.

L’immediata perquisizione svolta all’interno della casa si è conclusa con il sequestro delle piante dal peso complessivo di circa 620 grammi, e la conseguente segnalazione del responsabile alla competente Autorità prefettizia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.027 volte, 1 oggi)